Il ritorno di Immaginaria

421

Immaginaria è il ritorno di un evento che ha segnato in maniera indelebile il movimenti del gioco di ruolo in Italia. In attesa del suo ritorno dopo tanti anni d’assenza, abbiamo deciso di scambiare quattro chiacchiere con Andrea Cominacini, responsabile organizzativo di Immaginaria.

Immaginaria è un evento iconico all’interno del panorama ludico italiano. Un evento che riporta alla memoria il mai dimenticato Giovanni Ingellis. Dal 2001 al 2018, come nasce questa nuova edizione?

Questa nuova edizione di Immaginaria nasce dalla volontà di alcuni partecipanti, master e membri dello staff organizzativo delle vecchie edizioni commemorare Giovanni Ingellis nel ventesimo anniversario della sua scomparsa. Al contempo abbiamo voluto cogliere questa occasione per istituire una raccolta fondi per combattere il male che l’ha strappato a parenti e amici.

Inoltre, vuole essere un modo per portare avanti un po’ quello che era il sogno di Giovanni: far giocare la gente, tutta la gente. Ecco perché, con alcuni eventi speciali e con la formula particolare del torneo, abbiamo voluto gettare un ponte che unisca diverse generazioni di master e giocatori.

Dall’ultima edizione ad oggi il mondo del gioco si è evoluto e modificato, senza però perdere la sua identità. Quali sono le vere novità che questa immaginaria offrirà ai suoi visitatori?


Immaginaria vuole essere un evento che ricorda il passato e che al contempo guarda al presente e getta un’occhiata al futuro.

Negli anni ’90 la Stratelibri di Giovanni Ingellis era una delle poche realtà editoriali del mondo del GdR e Immaginaria era un evento rivolto in larga parte ai prodotti di casa, sebbene Giovanni lasciasse molti tavoli completamente liberi in cui chiunque poteva sedersi e giocare a qualsiasi gioco avesse con sé. Abbiamo voluto riproporre questa cosa nello speciale Tavolo Ingellis.

Come dicevi il mondo del gioco in Italia è radicalmente cambiato, quindi abbiamo deciso di invitare alcune dellepiù importanti case editrici del settore e proporre sia le novità presentate o annunciate un paio di settimane fa a Lucca Comics & Games, sia i giochi moderni già presenti sul mercato e sia quei titoli che hanno fatto la storia del GdR e che erano il principale richiamo delle passate edizioni.

Ah, dimenticavo, a Immaginaria verrà anche presentato da TinHat Games un gioco del tutto inedito e ancora avvolto nel mistero…

C’è anche un nobile scopo benefico dietro questa manifestazione, corretto? 


Esatto, e ti ringrazio per la domanda, è un argomento a cui teniamo molto. Come ti dicevo prima, abbiamo voluto cogliere questa occasione per portare avanti un’opera di beneficenza. Nello specifico, raccoglieremo fondi a favore della attività ludico didattica nella pediatria oncologica all’Istituto dei Tumori di Milano.

Durante la manifestazione, infatti, nei locali sarà presente un corner della LILT (Lega Italiana Lotta ai Tumori) a cui i partecipanti, se lo vorranno, potranno effettuare una donazione. Ci teniamo a dire che l’evento sarà completamente gratuito e che tutti sono i benvenuti, anche i più piccini, abbiamo pensato qualche evento anche per loro.

Però, mi raccomando, donate! Per Immaginaria la beneficenza è importante tanto quanto la diffusione del gioco di ruolo.

Andrea, puoi ricordarci date e coordinate di Immaginaria 2018?  


Immaginaria si terrà il 18 novembre dalle ore 10:00 alle ore 19:00 presso la Fabbrica del Vapore, in via Procaccini 4 a Milano.

Gli ingressi apriranno alle ore 09.30 per poi iniziare a giocare puntuali alle 10:00

Per maggiori informazioni potete seguirci sul nostro sito web e sulla pagina Facebook.

www.immaginariacon.it
https://www.facebook.com/Immaginariacon/

Per domande e curiosità, è possibile scriverci a [email protected]

Vi aspettiamo numerosi!