Giocare con la mente e nella mente

Un onirico dossier sui giochi da tavolo ambientati nella complessità della mente umana

137
Giocare con la mente

La mente umana rappresenta da sempre un mistero da scoprire. Le sfumature della psiche e il funzionamento della “materia grigia” appassionano da millenni il genere umano. Studi e scritti di filosofi e psicologi hanno influenzato opere letterarie, cinematografiche, pittoriche e musicali. Potevano i giochi da tavolo restare immuni al suo fascino?

Michael - Giocare con la mente

Giocare ad addentrarsi nei meandri della mente

Emozioni travolgenti, pensieri surreali, ragionamenti intricati, personalità multiple, situazioni oltre il limite dell’umano: sono solo alcune delle tematiche toccate dai boardgames. Il fenomeno è esploso con Michael, di cui trovate la recensione nello scorso numero 14, in cui i giocatori si trovano alle prese con le personalità multiple del protagonista. Sono, però, numerosi i titoli ambientati in questo intangibile universo, con tutte le sfumature del caso.

Giocare nella mente

Investigativi, onirici, tattici, perfino realistici.

La varietà di titoli in commercio dimostra quanto questa tematica sia emersa tra i giochi da tavolo. Ci si può immedesimare in un padre che cerca di risvegliare la figlia dal coma e investigare sull’accaduto. Vivere l’orrore di essere un paziente psichiatrico rinchiuso in un ospedale e cercare di fuggire prima che sia troppo tardi. Immaginare settimane d’assedio durante la guerra nella ex-Jugoslavia, oppure soffrire insieme, in trincea. Tentare di sviscerare le emozioni delle ultime ore dell’esistenza umana, o raccontare favole per scacciare brutti sogni dalle notti dei nostri bambini. Si può provare a esperire il dramma, ma si può anche trarre giovamento dall’incredibile complessità dell’animo umano, delle sue debolezze e delle sue défaillances. Ci sono titoli estremamente realistici ed esempi onirici al limite dell’inimmaginabile. Non mancano, infine, ispirazioni Lovecraftiane: perché nessuno come il maestro di Providence ha saputo rappresentare il cedimento della mente davanti all’ignoto e all’orrore.

Il nostro Ivano Franzini ha selezionato alcuni dei titoli più caratteristici e coinvolgenti, e li racconta per noi nel dossier Giocare con la mente e nella mente, che trovate nel numero 15 di ioGioco.