giovedì 20 Giugno 2024

La rubrica che fa giocare i vostri figli

Ciao a tutti, sono Andrea “Liga” Ligabue, sono un padre di famiglia patito di giochi da tavolo!
Potrebbe sembrare l'inizio di una seduta di psicoanalisi collettiva e invece è il debutto di una nuova rubrica su Gioconomicon dedicata a chi, come me, si trova nella fortunata circostanza di dover conciliare la sua passione per i giochi da tavolo con l'essere genitore.
È chiaro che il sogno di ogni mamma giocatrice o papà giocatore è potersi sedere al tavolo con i propri figli per una partita a Puerto Rico o A Brief History of the World… ma il cammino da intraprendere è lungo e va percorso con calma, senza fretta, rispettando i tempi e i gusti dei bambini (che sono diversi dai nostri) e che, soprattutto, sono diversi da bambino a bambino.

Il cammino va percorso ricordandosi che i bambini si appassioneranno ai giochi da tavolo se saprete farli divertire e divertirvi con loro: il giocare assieme ai giochi da tavolo non dovrà essere una dura palestra di vita per formare e temprare in spirito e dadi il futuro giocatore ma una maniera intelligente e divertente per passare del tempo di qualità con i vostri figli, divertendosi assieme. Dovrete farli vincere, cambiare le regole quando non vanno bene, giocare per settimane allo stesso gioco e portare pazienza quando qualche cubetto finisce sotto il divano o se, pensando alla mossa da fare, ciucciano un angolo di una carta. Dovranno sentire i giochi come qualcosa di loro, da rispettare perché sono una cosa con cui si possono divertire assieme a voi.

Il latte versato sulla mappa de I Pilastri della Terra è un evento catastrofico che deve però essere messo in conto!
Caterina a 10 anni gioca, divertendosi, a Le Havre e a La guerra dell'Anello ma per arrivare a questo siamo dovuti passare per Viva Topo, La Pila degli Animali e tanti altri bellissimi giochi adatti alle varie tappe della sua crescita. Ho dovuto toglierle di bocca centinaia di volte i “cilindretti” di Puerto Rico e spiegarle che l'omone grande di Carcassonne non era la maestra dell'asilo che portava in gita i bambini (meeples). Con Francesco, di 5 anni,  gioco “con le regole vere”, a Cargo Noir, a HEROICA e a Loch Ness mentre faccio le battaglie con le biglie usando i soldatini di Memoir'44 (e contemporaneamente gli spiego la differenza tra i carri americani e quelli tedeschi, in attesa di poter giocare il primo scenario!).

In questa nostra rubrica vi presenterò tanti giochi adatti ai bambini, già a partire dai 4 anni. Sono giochi che conosco perché ho giocato con i miei figli, con i loro amici o nei vari laboratori nelle scuole. Giochi per bambini ma intelligenti e divertenti che potete fare assieme a loro nell'attesa che siano pronti per Agricola e Twilight Struggle … e se non lo saranno mai, vi sarete comunque divertiti a giocare assieme ai vostri figli.

Vi parlerò di novità ma anche di grandi classici, presentandoveli con gli occhi del giocatore.

Buon gioco a tutti e alla prima vera puntata di “Piccoli gamer crescono”!

Related Articles

I NOSTRI SOCIAL

9,233FansMi piace
1,987FollowerSegui
315FollowerSegui
947IscrittiIscriviti

Ultimi articoli