lunedì 17 Giugno 2024

Le grandi importazioni d’autunno di Giochi Uniti

Contrariamente a quanto avveniva negli anni passati, chi ha seguito con interesse la pletora di annunci e novità del mercato estero degli ultimi mesi sapeva di poter contare sulle sempre più probabili edizioni italiane, in special modo per i titoli di grande richiamo. Il principale localizzatore del bel pese è chiaramente Giochi Uniti, e con l’avvento del pregno autunno ludico diamo un’occhiata ai giochi che l'editore campano sta per lanciare…

Apriamo le danze con un titolo che fa la gioia degli appassionati (e non solo) del popolare Coloni di Catan : Catan Histories: I Coloni D' America . Questo titolo per 3-4 giocatori è attualmente il più apprezzato in USA tra le versioni di Catan che propongono le rivisitazioni di eventi storici. L’apprezzamento americano non deriva solo dall’ambientazione, ma soprattutto dal fatto che questo gioco unisce elegantemente il filone classico della colonizzazione&commercio di Catan con i giochi di gestione ferroviaria classici del catalogo Mayfair. Attraverso la costruzione degli insediamenti si colonizza il west americano, le ferrovie diventano il mezzo con cui si trasportano le merci e difatti la partita non termina come di consueto con il raggiungimento di un numero di punti, ma con la condizione di riuscire a distribuire tutti i tipi di merci in proprio possesso.
L’edizione italiana, firmata Giochi Uniti, sarà disponibile sugli scaffali a 45 euro.

Passiamo ad un altro titolo uscito “un po’ di tempo fa”,  di cui aspettavamo l’edizione italiana dal primo annuncio della EG (che mai si è tradotto in realtà): Lo Hobbit, di Reiner Knizia. Questo ennesimo gioco di ambientazione tolkeniana ci mette nei panni dei nani che accompagnano Bilbo Baggins nella sua avventura verso la Montagna Solitaria. Il titolo si colloca principalmente come gioco per famiglie. Mediante un meccanismo di carte i giocatori influiscono sul percorso di Bilbo con il doppio scopo di far avanzare l’eroe verso il tesoro di Smaug ma anche conquistare gioielli ed evolvere il proprio nano. Ci saranno delle avventure da superare tutti assieme, l’eventuale fallimento di queste avvicinerà  Smaug al povero Bilbo. Anche se lo scopo di tutti è far completare la missione dell’hobbit, vince la partita il nano con più ricchezze.
E’ importante non confondere questo gioco con gli omonimi usciti negli anni passati (l’ultimo dei quali nel 2001) . E siamo abbastanza certi che non sarà l’ultimo, considerando il prossimo film di Peter Jackson in dirittura di arrivo per il 2012…

E visto che si parla di ex titoli Editrici Giochi, passiamo a un gioco della scuderia Fantasy Flight che viene ri-proposto in italiano per la seconda volta: Battlestar Galactica. L’apprezzatissimo (non solo ai fan del telefilm) cooperativo di Corey Konieczka aveva già fatto la sua comparsa in un’edizione italiana del 2009, purtroppo però diversi errori nella localizzazione dei componenti di gioco hanno compromesso la qualità del titolo indisponendo non poco il pubblico. Una seconda edizione riveduta e corretta era attesa al termine della prima tiratura (la scatola ha riscosso comunque un buon apprezzamento nelle vendite) ma non se n’è più vista traccia.
Questa nuova versione torna ora  nella linea editoriale Stratelibri, forte di una nuova traduzione e revisione delle regole e dei componenti di gioco. E se come speriamo questa pubblicazione avrà successo forse potremo veder tradotte anche le successive espansioni. Il costo previsto da Giochi Uniti per Battlestar Galactica: Il Gioco da Tavolo è di 39.90 euro.

Passiamo ora a titoli più recenti a cominciare da Quarriors!
Il  fortunato dice-building di WizKids sarà pubblicato anche nella sua edizione italiana nella scatola metallica da collezione che abbiamo potuto ammirare lo scorso agosto. C’è da chiedersi se uscirà mai un’edizione non da collezione, ma intanto ringraziamo Giochi Uniti per aver portato cosi presto in Italia uno dei titoli più hot del momento. Per chi di voi ancora non lo conoscesse vi rimandiamo alla nostra recente recensione.
Il successo dell’edizione inglese di questo originale ibrido di meccaniche firmato da Mike Elliot e Eric Lang è stato planetario, sold-out in America e già scarsamente disponibile in Europa. E la prima espansione è in dirittura di arrivo! Immaginiamo che anche questa edizione italiana riscuoterà un  notevole apprezzamento, sarà disponibile a 49,90 euro.

Passiamo ora ad alcuni dei più recenti successi di Fantasy Flight Games che usciranno nella linea Stratelibri. Prima di tutto Deadwood, il gioco western sviluppato da Dust Games. In un panorama ludico in cui il selvaggio west difficilmente va oltre la letale sparatoria, la componente gestionale di Deadwood è stata parecchio apprezzata. Per saperne di più sul gioco vi rimandiamo alla nostra anteprima.
Altra grande attesa: l’edizione italiana di Rune Age. Il deckbuilding di Fantasy Flight è riuscito a ricavarsi un suo spazio in questo ormai inflazionato sotto-genere, probabilmente grazie alle differenti condizioni di vittoria a seconda dello scenario (ce ne sono anche alcuni che lo fanno diventare un cooperativo)!
E concludiamo con Elder Sign. Non ci stupisce la scelta di Giochi Uniti di localizzare anche questo gioco, il filone lovecraftiano va forte anche presso i nostri lidi, basti pensare all’operazione del recente Le Case della Follia. Per saperne di più su quest’opera di Richard Launius e Kevin Wilson (già autori del campione d'incassi Arkham Horror) vi rimandiamo alla nostra anteprima.
Tutti e tre i titoli saranno disponibili al prezzo di 34.95 euro.

E qualcosa ci dice che i giochi da tavolo in arrivo tradotti dal gigante partenopeo non finiranno qui, rimanete connessi sulle nostre pagine per restare aggiornati!

Related Articles

I NOSTRI SOCIAL

9,232FansMi piace
1,986FollowerSegui
315FollowerSegui
947IscrittiIscriviti

Ultimi articoli