lunedì 22 Aprile 2024

Timeline

L’avventura di Timeline nasce nel 2010 con la prima edizione Hazgaard: Timeline Inventions, un set di 109 carte dedicate alle grandi invenzioni. Da lì al 2012 sono state pubblicate altre 3 versioni: Timeline discoveries, dedicato alle grandi scoperte, Timeline Historical Events, sui grandi eventi storici, e Timeline Diversity, che aggiunge ulteriori carte dedicate a temi diversi: avvenimenti, scoperte, musica…

Una produzione così prolifica ha portato la casa francese Asmodée a pubblicare Timeline Grand Format, con un’estrazione delle 220 carte tra le più interessanti delle passate edizioni, trasportata in italiano nella versione Asterion : Timeline.

Ed è proprio di questa edizione che parleremo qui!

  • Titolo: Timeline
  • Autori: Nicolas Fructus
  • Editore: Asterion Press
  • Genere: Card game/trivia
  • Numero Giocatori: 2-8
  • Durata: 15 minuti
  • Dipendenza dalla lingua: alta (i testi sulle carte ed il manuale)
  • Illustratori: Frédéric Henry

L’evoluzione passo dopo passo dalle carte al PC
Sfilando la copertina di cartone si scopre una scatola in plastica, forse un po’ troppo grande, dove comunque tutto il contenuto trova uno spazio dedicato. Tra gli elementi che compongono il gioco abbiamo: un manuale di sole 4 pagine, indice dell’estrema semplicità del gioco, 220 carte a due facce, con da un lato un’immagine ed il nome dell’evento rappresentato dalla carta e dall’altro gli stessi elementi con l’aggiunta della data dell’evento, e, componente insolito ed interessante, un CD, che contiene una versione informatica del gioco (sia per mac che per windows).

  

A spasso nel tempo in maniera semplice e veloce
Spiegare le regole di Timeline richiede non più di 5 minuti. All’inizio del gioco ogni giocatore riceve 4 carte che pone davanti a se con la faccia contenente la data coperta, subito dopo la  prima carta del mazzo viene posta scoperta (con la data visibile) al centro del tavolo.
A turno ogni giocatore sceglie una carta tra quelle a sua disposizione da porre al centro del tavolo a fianco della carta iniziale: a destra, se si ritiene che l’evento in essa rappresentato sia posteriore, a sinistra, se si ritiene sia anteriore, dando così inizio alla “Timeline”.
La carta giocata viene a questo punto scoperta, se la sua posizione cronologica è corretta resta sul tavolo con la data visibile, altrimenti viene scartata ed il giocatore di turno pesca una nuova carta al suo posto.
Quando iniziano ad esserci due o più carte al centro del tavolo le nuove carte, oltre che essere messe a destra o a sinistra, possono essere posizionate tra due carte già presenti, sempre in base all’ipotesi cronologica del giocatore di turno.
Il gioco continua finché uno degli sfidanti non esaurisce le carte che ha davanti, posizionandole tute correttamente. A questo punto gli altri hanno un turno a disposizione e, nel caso in cui qualcun altro giocatore finisca la propria mano entrambi pescano una carta andando avanti ad oltranza finché uno dei due non sbaglia.

Un’esperienza di gioco lineare e vagamente familiare…
Spiegato così Timeline può ricordare vagamente “Anno Domini”, gioco della Fata Morgana Spiel, lanciato sul finire degli anni ’90 e disponibile in tedesco con ben 25 set di carte che vanno dagli eventi storici, allo sport, fino a VIP o allo showbiz (titolo disponibile anche in versione italiana grazie alla DVGiochi in 4 set differenti: sport, cinema, arte ed invenzioni).
Inutile negare che, nelle partite realizzate, il paragone nasce spontaneo. La differenza principale riscontrata è, oltre nella veste grafica (decisamente più elegante quella di Timeline, grazie alle belle immagini), nella maggiore linearità che appiattisce un po’ il titolo dell’Asterion.
Mentre in Anno Domini le carte vengono poste al centro del tavolo con le date coperte e solo quando un giocatore solleva un dubbio vengono scoperte e verificate (instaurando dei potenziali bluff), in Timeline questo meccanismo manca, rendendo il tutto molto più lineare ed evitando i colpi di scena che hanno fatto tanto apprezzare l’altro titolo.
D’altro canto però, autori ed editori della prima edizione di Timeline non hanno mai fatto segreto della similitudine con Anno Domini (come del resto non fece l’americano Harold Johnson ai tempi del suo Chronology…forse il miglior paragone su questo genere di trivia temporali è stato già formulato da Faidutti in questo articolo), la loro idea era proprio quella di applicare una grafica accattivamente a un meccanismo collaudato, offrendo un’esperienza di gioco priva di tempi morti.
Un limite riscontrato provando il gioco è dato dalla presenza sia di eventi molto vicini tra di loro (es. Costruzione Arco di Trionfo a Parigi: 1806 ed Invenzione della locomotiva: 1804) che molto distanti (es. Teoria della relatività generale: 1915 e Prima crociata: 1096), fattore che rischia di avvantaggiare fortemente un giocatore già dalla prima mano.
Un esempio pratico è successo in una partita di prova a 4 giocatori in cui ci siamo trovati con uno dei 4 che aveva eventi a secoli di distanza l’uno dall’altro e che ha quindi potuto chiudere la partita in 4 turni secchi. Caso che viene un po’ limitato dal posizionamento delle carte da parte degli altri giocatori sul tavolo (creando qualche dubbio aggiuntivo sulle date), ma che rischia comunque di verificarsi.
Provandolo tuttavia il gioco si è fatto sicuramente più interessante con l’aumentare del numero di giocatori. Aumentando le persone al tavolo non varia la linearità ma, vista la presenza di più carte si complica l’identificazione delle date, ovviamente questo ha portato anche ad un allungamento dei tempi andando comunque ben oltre i 15 minuti promessi dalla scatola.

Argomento a sé costituisce la versione per PC del gioco. All’interno della scatola è infatti contenuta la versione informatica di Timeline con la possibile installazione sia su PC che Mac, che su dispositivo mobile (Ipad). Il CD permette di giocare in due modalità: “Classica”, mettendo più eventi in ordine cronologico fino ad un massimo di 5 errori, o “Sfida”, dove il limite è di 3 minuti di tempo. In nessuna delle due versioni è comunque possibile giocare in multiplayer. Interessante tuttavia l’opportunità didattica offerta: andando sulla voce “Biblioteca” sono disponibili tutti gli eventi del gioco in ordine cronologico con la possibilità di approfondirne i contenuti.

Utile come gioco didattico, ma se volete scatenarvi con gli amici guardate altrove
Nonostante l’evidente sovrapposizione con il titolo presentato in Italia dalla DVGiochi, Timeline centra maggiormente l’obiettivo didattico, sia per la veste grafica (che lo rende più gradevole) che per la possibilità di approfondire i contenuti delle carte attraverso il CD. Restano tuttavia dei forti limiti dal punto di vista ludico, dovuti sia all’assenza dell’opportunità del bluff, come in Anno Domini, sia per la possibilità che, dopo le prime 5 o 6 partite, si conoscano già abbastanza bene le date delle carte (il che vuol dire: scopo didattico raggiunto ma gioco inevitabilmente messo da parte).
Interessante la regola dell’andare avanti ad oltranza in caso di pareggio, anche se non è capitata durante le partite di prova questa può portare a sfide dirette tra giocatori esperti basate sia sulla memoria che sulla conoscenza della storia, altro punto a favore dello scopo didattico del gioco.
Infine lascia un po’ perplesso il numero di carte in rapporto al prezzo: in Anno Domini sono presenti 336 carte in ciascuno dei 4 box, per un prezzo di 12,90 € a set. Timeline invece propone 220 carte a 24,90 €, anche se ovviamente con un formato grafico decisamente migliore e corredando il tutto con il CD di approfondimento.
Resta da scoprire se la Asmodée (o l’Asterion), una volta creato questo “Grand Format” delle versioni precedenti, espanderà ulteriormente il gioco, cercando di creare una serie di successo come per Anno Domini.

Pro:
–         Veste grafica
–         CD di gioco ed approfondimento

Contro:
–         Simile ad Anno Domini con assenza della meccanica del bluff
–         Solo 220 carte nel set base

Related Articles

I NOSTRI SOCIAL

9,198FansMi piace
1,919FollowerSegui
315FollowerSegui
947IscrittiIscriviti

Ultimi articoli