giovedì 20 Giugno 2024

Rockband Manager: anche la Fantasy Flight punta sull’X- Factor!

Dopo decine di titoli di giochi ambientati nei mondi fantasy o nelle galassie siderali, la Fantasy Flight Games propone un prodotto, che si discosta decisamente dal solco della tradizione della casa editrice di Roseville.
Stiamo parlando di Rockband Manager di Antoine Bauza, un gioco per 3-6 aspiranti manager discografici, il cui compito è portare al successo una rock band composta da cinque elementi (cantante, chitarra, basso, tastiera e batteria). Rockband Manager è stato pubblicato dalla spagnola Edge Entertainment nel 2010 e annunciato ufficialmente a metà dicembre 2011 nell’edizione americana.

Ma vediamo nel dettaglio quali sono le caratteristiche salienti di questo gioco che si candida a diventare un simpatico filler, per via della durata contenuta al massimo in sessanta minuti (o almeno se diamo retta a quanto indicato sulla scatola)…

La partita si svolge in tre fasi: Reclutamento, Inizio carriera e Apice. Nella prima fase i giocatori, pardon, i manager discografici, creano la propria rock band, scegliendo tra 40 rockstar ognuna caratterizzata da tre abilità (Carisma, Talento, Opportunismo). Il primo giocatore designato piazza il segnalino chitarra elettrica del proprio colore sopra la carta della rockstar che vuole nel proprio gruppo e fa un’offerta pubblica, in base al budget a sua disposizione. Ogni altro giocatore può passare o rilanciare l’offerta iniziale. Quando il giro termina, il primo giocatore (quello che ha piazzato la propria chitarra sulla carta oggetto dell’asta) decide: può reclutare l’aspirante rockstar, pagando l’offerta più alta dichiarata durante il giro, oppure rinunciare, il che obbliga il giocatore che ha rilanciato con l’ammontare di denaro più alto a prendere l’artista a quel prezzo. La fase di Reclutamento si ripete, con un nuovo giocatore a scegliere per primo il prossimo artista, finché tutti i manager/giocatori hanno costituito la propria band di cinque elementi.

È il caso di notare che, a inizio partita, ogni manager possiede una dotazione di ‘buste Cash’ ognuna caratterizzata da un valore in denaro. Tutte le offerte devono essere fatte in modo da poter reclutare ogni artista pagando alla banca un’unica ‘busta Ca$h’; non è dunque ammesso fare offerte che comportino il pagamento contemporaneo di più buste per una sola rockstar. Le ‘buste Cash’ servono anche nelle due fasi successive, per cui spendere le buste di più alto valore in questa fase può costare dolorose rinunce in quelle successive. Altro punto da tenere presente è che il denaro mantenuto a fine partita vale punti Decibel, essenziali per la vittoria finale.

Dicevamo che ogni rockstar è definita da tre caratteristiche Carisma, Talento e Opportunismo. Questi tratti sono collegati a tre tipi di carte disponibili durante le fasi di Inizio carriera e Apice: Concerti, Album, Opportunità.

Le due fasi successive seguono una meccanica simile e si differenziano solo per via dell’utilizzo di due mazzi di carte separate: uno specifico per la fase di Inizio carriera e uno per la fase di Apice della carriera.
Entrambe le fasi sono caratterizzate da un simpatico sistema di scelta. In estrema sintesi: vengono pescate e messe scoperte le carte a formare due file di cinque colonne ciascuna. Per piazzare il proprio segnalino su una carta, un giocatore deve selezionare una rockstar dalla sua band  che può ambire alla carta desiderata (la carta viene tappata per essere distinta chiaramente dalle altre rockstar). Le carte che il giocatore può scegliere dipendono dalle caratteristiche della rockstar utilizzata. Per esempio, una rockstar con Talento di valore 3 può scegliere carte Album solo fino alla colonna 3; un musicista con Carisma 5 (il massimo punteggio) può selezionare carte Concerto da tutte le colonne e così via.
Durante ognuna delle ultime due fasi, ogni giocatore impegna ciascuno dei propri beniamini per eseguire un’azione che può essere la registrazione di un album in sala d'incisione (da assegnare preferibilmente all’artista dotato di maggior Talento), l’esecuzione di un concerto live (dove chi è più carismatico è avvantaggiato) oppure addirittura azioni di sabotaggio nei confronti delle altre rock band (e qui viene utile chi è dotato di maggior Opportunismo). Per assicurarsi le carte che consentono alle proprie rockstar di eseguire le azioni e guadagnare denaro e punti Decibel, i giocatori effettuano dei piazzamenti sulle carte stesse. Se due o più giocatori ambiscono alla medesima carta devono effettuare un’asta alla cieca, mettendo nel pugno chiuso una ‘busta Cash’.

Le fasi di punteggio si verificano alla fine di ciascuna fase intermedia e ve ne è un’altra a fine partita, quando si aggiunge ai punti Decibel raccolti quelli ottenuti con le ‘buste Cash’ avanzate. Ovviamente vince chi ha totalizzato più punti.

La dotazione di materiali appare più che dignitosa con numerosi token di cartoncino, le chitarre in plastica colorata per distinguere i giocatori e moltissime carte caratterizzate da una grafica molto particolare, fumettosa e super deformed dell’artista Raùl Castellanos.

Gli elementi di interesse per questo gioco ci sono tutti. Essendo questo articolo una semplice anteprima, occorrerà fare delle prove approfondite prima di confermare le prime impressioni positive ottenute dalla lettura del regolamento e dalle immagini che circolano in rete.
Come accennato a inizio articolo, può apparire curioso che la FFG abbia deciso di puntare su un gioco la cui tematica è piuttosto distante dai titoli tipo a cui siamo stati abituati. Ricopre senz’altro un elemento importante il forte legame esistente tra la Edge Entertainment e la casa di Roseville, ma probabilmente altri elementi sono intervenuti a prediligere questo titolo nel catalogo del partner spagnolo. Uno fra tutti il nome dell'autore: Antoine Bauza. Poter vantare la firma di uno dei più noti autori del momento nel proprio parco titoli è sicuramente motivo di lustro e, in caso di buoni risultati, può rappresentare il trampolino di lancio per nuove produzioni in esclusiva per il publisher americano, come è già avvenuto con altri noti autori europei con cui FFG ha già consolidato il rapporto.Fantasie? Può darsi, il tempo dirà se abbiamo indovinato o meno.

La durata, entro l’ora, sembra candidare questo gioco a filler, anche se troviamo curiosa l’indicazione che consiglia questo Rockband Manager a giocatori 14+ anni … neppure fosse Civilization!

La dipendenza dalla lingua, pur minima, esiste, poiché oltre al regolamento le carte riportano alcune semplici istruzioni sul loro funzionamento. Non abbiamo notizie certe, ma confidiamo si possa vedere anche un’edizione italiana del gioco. La nostra è una speranza, non peregrina, basata sul semplice fatto che finora molte tra le ultime uscite della FFG hanno visto anche la versione nella nostra lingua.

Il prezzo indicato dalla FFG è di 19,95 dollari, la data di pubblicazione non è ancora nota ma dovrebbe comunque trovarsi nel primo trimestre dell'anno.

Articolo precedente
Articolo successivo

Related Articles

I NOSTRI SOCIAL

9,233FansMi piace
1,987FollowerSegui
315FollowerSegui
947IscrittiIscriviti

Ultimi articoli