giovedì 20 Giugno 2024

Drums and Shakos Large Battles – Il wargame napoleonico secondo Ganesha

Annunciato da ormai qualche anno, atteso dagli appassionati di uno dei più prolifici ed interessanti soggetti della realtà wargamistica italiana e non solo.

Sottoposto a mesi e mesi di playtesting è stato finalmente reso disponibile Drums and Shakos Large Battles di Ganesha Games, un regolamento per wargame napoleonici che ci permetterà di gestire scontri a livello di divisione e, con qualche adattamento indicato nel manuale, anche a livello di corpo d’armata e oltre.

Nato sulla scia del successo del suo quasi omonimo skirmish, Song of Drums and Shakos, DSLB segna l’ingresso di Ganesha nell’affollatissimo settore del “grande tattico”, puntando sulla rapidità di gioco e sull’intuitività delle meccaniche di base che tanta fortuna hanno fatto avere agli altri regolamenti della ditta. Ma chi si attendeva una semplice trasposizione del tanto decantato sistema di attivazione alternata, ormai marchio di fabbrica di Ganesha, rimarrà – almeno in parte – sorpreso.

Certo, anche DSLB continua a usare gli ormai canonici tre dadi: saremo noi a decidere quanti tirarne (da uno a tre, per l’appunto) e in base ai successi ottenuti contro il valore di qualità della brigata, determineremo anche il numero di azioni che quella brigata in manovra coordinata o le singole unità che la compongono potranno compiere. Se però otterremo un insucesso permetteremo all’avversario di compiere una reazione (che, nel caso di unità di cavalleria, può anche essere un attacco di alleggerimento… una tattica molto comune dell’epoca ma raramente simulata in un wargame di difficoltà medio-bassa come questo), mentre se i fallimenti saranno due dovremo anche terminare la nostra catena di attivazioni e passare la mano al nemico (il temutissimo e odiatissimo turnover).

Anche per quel che riguarda le meccaniche del combattimento, DSLB mantiene fede a quella che sembra essere la sua missione: prendere situazioni complesse da simulare e semplificarle al massimo mediante l’impiego di meccaniche lineari. L’assalto viene correttamente suddiviso in due fasi: approccio e contatto. Correttamente, perché considerando gli armamenti e le tattiche dell’epoca, di frequente capitava che l’attaccato perdesse coesione e si ritirasse ben prima del contatto effettivo con l’attaccante (rarissimi e incredibilmente letali erano i casi del classico “scontro alla baionetta”). Suddividendo il combattimento in queste due sottosezioni, risolte tramite tiri contrapposti e valutazione dei reciproci successi contro valori di base, il regolamento ha buon gioco ad evidenziare elementi come il vantaggio di una formazione veloce in colonna d’assalto e l’effetto degli schermi di volteggiatori durante l’avvicinamento, o la superiorità della formazione in linea durante il contatto ravvicinato vero e proprio.

Particolare interessante, DSLB non segue il classico stereotipo delle truppe francesi che caricano in colonna fino alla fine, ma permette al loro comandante di seguire la tattica storica: chiudere le distanze a passo veloce in colonna e tentare (se ci si riesce…) di mettersi in linea a breve distanza dal nemico e procedere a scambi di fucileria a corta gittata.

Non mancano poi altre regole più specifiche, come l’affaticamento e il richiamo della cavalleria dopo una carica, la gestione delle formazioni di riserva che non era sempre facile riuscire ad attivare o le immancabili caratteristiche speciali che simulano alcune unità “speciali”. Le condizioni di vittoria generiche si basano sia sull’eliminazione secca delle unità avversarie (gestita mediante livelli di disordine senza rimozione dei modelli) che sull’effettiva penetrazione nella porzione nemica del campo di battaglia.

Quanto all’organizzazione delle partite, DSLB prevede poi tre modalità: scenari ipotetici, battaglie storiche e incontri amichevoli. Se nel primo caso vengono forniti quattro scenari tipo suddivisi in diversi teatri di operazioni e nel secondo si può fare affidamento su ricerche storiche o anche su scenari proposti in altri regolamenti, per le battaglie amichevoli il regolamento propone formazioni tipo delle principali nazioni del periodo di circa 15-20 unità per parte da personalizzare in base alle necessità.
Venduto come sempre sia in formato cartaceo che nel comodo PDF da 42 pagine con versione a risparmio di inchiostro, DSLB è già disponibile sul sito di Ganesha Games nonché su altri grandi canali di distribuzione online, sia in italiano che in inglese.

Related Articles

I NOSTRI SOCIAL

9,233FansMi piace
1,987FollowerSegui
315FollowerSegui
947IscrittiIscriviti

Ultimi articoli