sabato 13 Aprile 2024

Shadows of Brimstone: le rane tornano a volare!

Tutto iniziò quando un cercatore arrivò nella città di Brimstone con una strana pietra nera tra le mani, una roccia a metà tra un cristallo ed un nuovo minerale. La pietra scatenò una nuova corsa all’oro nella cittadina del far west. Tuttavia l’accumulo di questo minerale provocò una strana reazione della pietra nera. L’esplosione che ne scaturì aprì un portale per un altro, strano mondo, scatenando orrori indescrivibili. Ma non tutti scapparono, qualcuno rivendicò Brimstone come propria casa, pronto ad affrontarne le ombre…

Dopo Fortune And Glory, la Flying Frog (gli stessi di Last Night on Earth, per intenderci) torna con un nuovo gioco che ha già riscosso oltre 970.000$ su Kickstarter e che punta a superare il milione di dollari nei restanti tre giorni della conclusione della campagna.

Si tratta di Shadows of Brimstone che promette di mixare il buon vecchio west con orrori indescrivibili di lovercraftiana memoria, il tutto in un nuovo dungeon crawl cooperativo.

Da quello che apprendiamo sul sito della campagna Kickstarter, i giocatori (da 1 a 4) interpreteranno tipici personaggi del west quali il pistolero, la ragazza del saloon, lo sceriffo o il bandito, avventurandosi all’interno delle miniere abbandonate di Brimstone, un dungeon generato interamente da un sistema card driven.

All’inizio di ogni partita viene scelta casualmente la missione da compiere. Questa indicherà sia l’obiettivo che quanto gli eroi dovranno addentrarsi nella miniera.
Subito dopo saranno preparati i mazzi delle carte: uno dedicato alle tessere della mappa ed uno delle minacce (che si divide in tre livelli: verde, giallo e blu, con difficoltà variabile in base al numero di giocatori e sarà utilizzato per il combattimento contro i mostri).
Ad elevare la frenesia del gioco vi è “l’avanzata dell’oscurità”. Questa viene gestita con un tracciato apposito dove ogni turno, in base ad un lancio dei dadi, l’oscurità potrà avanzare verso l’entrata della miniera, decretando la sconfitta dei giocatori una volta arrivata. Inoltre, man mano che l’oscurità avanza, i giocatori dovranno fronteggiare ulteriori minacce casuali date dalle carte oscurità, quali attacchi a sorpresa, l’aumento della forza dei nemici o rischi di vario tipo.

Al proprio turno ogni giocatore, in ordine di iniziativa, potrà muoversi lanciando un dado e spostandosi delle caselle risultanti. Alla fine del movimento avrà la possibilità di attaccare un mostro o scoprire una nuova tessera mappa se arrivato al limite della tessera su cui si trova. Sulle nuove parti della mappa vengono posti dei segnalini esplorazione, da scoprire quando un personaggio si fermerà su quella tessera. Questo segnalerà il contenuto del luogo in cui si trovano, indicando la presenza di mostri e di eventuali portali verso altri mondi.
La miniera dunque non sarà l’unico scenario che i nostri eroi si troveranno ad esplorare. All’interno di essa vi sarà infatti la possibilità di trovare dei portali che li condurranno direttamente nel mondo da cui le orrende creature provengono.

Stando alle dichiarazioni degli autori, la quantità di idee e materiali li ha portati a generare due set base diversi per il gioco, con creature, mostri e mondi diversi da esplorare (portando il numero di giocatori a 6 se combinati insieme). Il primo porterà i personaggi del vecchio west all’interno di un’antica città abbandonata durante un’era glaciale, il secondo invece li vedrà confrontarsi con una palude aliena. Ma questo sembra essere solo l’inizio: un terzo "nuovo" mondo è infatti già presente tra gli add-on di Kickstarter: si tratta di Trederra, un’oscura era industriale in cui i poteri della pietra nera sono stati utilizzati per costruire armi, facendo precipitare il mondo in una costante guerra senza frontiere.

Infine il gioco prevede anche una modalità campagna, in cui i personaggi tra un’avventura e l’altra potranno spostarsi nelle cittadine del west per fare acquisti, cercare artefatti e spendere il denaro e l’esperienza guadagnata.

Come ogni progetto di Kickstarter che mira al successo, anche Shadows of Bimstone promette una valanga di miniature, con quattro personaggi per set e ventotto miniature mostro di dimensioni diverse; a questi si aggiungono i numerosi "stretch goal" già raggiunti ad oggi, e altri due (975000$e 1M$) da sbloccare in questi ultimi tre giorni).

A rendere il tutto più cinematografico, in pieno stile Flying Frog, in ogni confezione è presente anche un cd, a fare da colonna sonora durante l’avventura.

Con questo nuovo titolo la “rana volante” dei fratelli Hill arriva ad avere sei frecce al suo arco composto dai più conosciuti e di successo The Last Night on Earth e A Touch of Evil, e dai meno diffusi nel nostro paese: Invasion from outher space, Conquest of planeth Earth e Fortune & Glory. Staccandosi per la prima volta da un genere prettamente cinematografico e dedicandosi ad un’ambientazione nuova, anche se la vaga ispirazione ai racconti di Lovecraft (come “Il Tumulo”) è più che evidente.
Non resta che aspettare la conclusione del successo già assicurato (il goal iniziale era di soli 30000 dollari) su Kickstarter per capire se e come il prodotto verrà distribuito sul mercato, ma soprattutto se finalmente anche in Italia riusciremo ad avere un titolo Flying Frog localizzato.

Related Articles

I NOSTRI SOCIAL

9,175FansMi piace
1,905FollowerSegui
315FollowerSegui
947IscrittiIscriviti

Ultimi articoli