mercoledì 21 Febbraio 2024

[Notizie dalla Gencon] Intervista a Jervis Johnson

Riporto un interessante articolo di GamingReport, che ha intervistato Jervis Johnson in merito agli sviluppi passati e futuri della Specialist Games:


Dan Sivils riporta: Jervis Johnson della Games Workshop ha concesso un affascinante intervista in cui ha parlato della storia e del futuro della Specialist Games. Ecco qualche nota sulle sue dichiarazioni e l’intervista medesima:”

“Jervis ha iniziato parlando del pubblico tipico dei giochi Specialist Games/Fanatic Games. La maggior parte degli utenti sono interessati a Blood Bowl, Mordheim, Battlefleet Gothic, e Battle of Five Armies. Jervis ha ammesso poi che quest’anno Þ stato molto duro per la Specialist. Un bel po’ di gente se n’Þ andata, ed era gente su cui la compagnia contava. Alla Fanatic Þ stata assegnata la gestione di un bel p? di titoli esterni alle offerte principali di Games Workshop (Warhammer, Lord of the Rings, etc.)


All’inizio, per quanto riguarda i giochi specialist, la compagnia ne metteva uno in vendita, e poi lo supportava per un certo periodo, poi toglieva il gioco dai negozi per un po’ di anni. Molti degli utenti non hanno gradito questo modo di fare ed erano restii a comprare le nuove uscite temendo che avrebbero fatto la stessa fine.


Cosý Þ stato creato il dipartimento chiamato Fanatic. La struttura Þ quella di un piccolo studio, molto simile al resto della GW ma in versione ridotta, quindi i suoi membri dovevano lavorare su molte cose contemporaneamente. Inizialmente ci si aspettava che questo avrebbe aumentato le vendite, ma invece queste sono andate sempre pi¨ verso lo zero per i giochi specialist. La Fanatic usava circa il 10-15% dei costi totali, ma generava solo il 3-5% di vendite. L’anno scorso, quando Lord of the Rings Þ partito in pompa magna, la compagnia ha osservato il rapporto costi/vendite, e si sono accorti del fatto che tutto il supporto dato al gioco non Þ servito.


Alla fine si sono spostati verso un sistema con un gruppo di lavoro pi¨ piccolo, che da supporto diretto sfruttando il web. Hanno eliminato la rivista cartacea e hanno fatto uscire meno miniature. La Fanatic online con questo nuovo stile Þ stata lanciata alla fine dell’anno scorso, e continua il suo lavoro su web. E ci sono ancora due anni di uscite prospettate in quanto a miniature. Il piano Þ dunque di prendere uno o due sistemi all’anno e fare una grossa release per quello/i, focalizzando gli sforzi verso quei sistemi. Ci sarÓ la copertura sul sito e su White Dwarf, link e offerte online. Le organizzazioni dei giocatori saranno pure una fonte di supporto.


Jervis vuole assicurare gli utenti che c’Þ sempre impegno sui giochi Specialist Games, da tutti i livelli all’interno della compagnia, sono frustrati dal fatto di non poter supportare tutto quanto, ma devono anche scendere a compromessi con gli affari. Ci sono investitori, la quadratura del cerchio, e tutto il resto.


D: Lord of the Rings Þ fuori (per quanto tempo durano le licenze?), e le vendite che vanno a picco, c’Þ qualche intenzione, per dire, di spostarlo fra i giochi Specialist?


R: Le licenze durano almeno fino al 2010, e siamo in grado di estenderle. No, non abbiamo intenzione di spostarlo. Il cuore della Games Workshop sono i manuali degli eserciti e le miniature, e loro queste cose le sanno fare bene, e venderle bene. Terranno Lord of the Rings fra i sistemi principali.


D: Siete obbligati a portare avanti Lord of the Rings in base alle licenze acquistate?
R: Tenerlo in piedi Þ una scelta nostra, abbiamo pagato la licenza in pieno. Lord of the Rings continua a fruttare il 20% degli affari della Games Workshop.


D: Cos’Þ che porta la maggior parte delle entrate alla Fanatic? (Blood Bowl?)
R: Inquisitor. Blood Bowl ha la comunitÓ pi¨ attiva, ma questo non Þ necessariamente correlato alle vendite.


R: Blood Bowl non Þ fatto per diventare un sistema principale, perchÞ il lavoro di Games Workshop Þ quello di far collezionare armate agli utenti. Al contrario, Þ molto accessibile e facile da imparare. Se facessero diventare Blood Bowl uno dei sistemi principali e sbagliassero qualcosa, potrebbero danneggiare Warhammer e Warhammer 40k.


D: Le squadre di Blood Bowl sono di 16 giocatori, e se prendi 16 miniature hai giÓ una squadra perfetta, questo dunque Þ un sistema svantaggioso perchÞ non fa collezionare grosse quantitÓ di miniature.
R: Proprio cosý. Sebbene applichi l’idea di base di collezionare miniature ad un boardgame. Stiamo esaminando le possibilitÓ comunque.


D: A proposito del mercato di massa, K-Mart, e il resto?
R: Si pu? fare un piano d’affari in questo senso. Battle Masters, Hero Quest e gli altri giochi di quel tipo sono distribuiti dalla Milton-Bradley(? o Þ la Hasbro?), un business a parte.


D: Si borbotta che l’impero del 40k Þ un po’ troppo statico in quanto alla tecnologia. Ci sono piani futuri per fare degli umani che non siano idioti?
R: Ci sono i Tau che pur essendo vagamente alieni coprono per lo pi¨ questo ruolo. L’universo del 40k Þ per lo pi¨ statico, non c’Þ in programma l’idea di rivelare chi vince. Potrebbero esserci invece nuove razze per esplorare altri archetipi.


D: Hai detto che ci sono ancora due anni di uscite Specialist, di cosa si tratta?
R: Per Blood Bowl ci saranno nuove cheerleaders e un nuovo coach per gli umani, oltre a Mighty Zug. Per Epic c’Þ il Feral Order. Mordheim avrÓ una nuova “Frenzied mob”. Questa Þ solo una piccola parte di ci? che uscirÓ nei negozi nei prossimi sei mesi. C’Þ anche una nuova squadra di nani in programma.


D: Pensi che con Lord of the Rings siano stati fatti grossi errori, e ha danneggiato gli altri giochi (come il 40k)?
R: Buona domanda. Non credo l’abbia fatto. E’ stata una corsa facile per tre anni. Una cosa del genere pu? essere dannosa per gli affari, e molto pericolosa se non si tengono i piedi per terra. Dal nostro punto di vista, abbiamo guardato oltre le bolle di sapone e il futuro sembra roseo.


D: Far uscire gli Space Black Templars in tempo per Natale sembra un tentativo di ripresa estrema, una nuova razza che venderÓ bene.
R: Abbiamo pianificato questa uscita da tre anni, e penso proprio che venderanno bene. Su di loro poggia un 40% del totale, la proprietÓ intellettuale a cui sono legati Þ molto forte. Anche i team di progettazione di giochi non vedono lora di fare materiale per i Black Templars. L’entitÓ dei cambiamenti di solito si vede nell’arco dei due anni.


D: Hai parlato delle discrepanze fra costi e vendite dei giochi Fanatic prima del cambiamento, e adesso com’Þ il bilancio?
R: Adesso sono pi¨ o meno alla pari.


D: Tendenti alla ripresa o all’abbisso?
R: Una o l’altra, non lo so per certo.


D: La popolaritÓ di Lord of the Rings Þ una bolla di sapone per via del riflesso dei film oppure i giocatori esperti si stanno effettivamente appassionando?
R: La popolaritÓ dei film Þ molto decantata, ma sono molto scettico in merito. Ho parlato con chi fÓ ricerche, e i giocatori sembrano classici hobbysti GW.


D: In passate discussioni con gli alti livelli, mi Þ stato detto che la GW non fÓ corse ai numeri, tipo ROI e simili.
R: In passato, no, ma adesso la GW sta iniziando ad assumere esterni che si occupino di far girare i numeri e di calcolare i ROI. Diventando grandi, abbiamo iniziato ad assumere esperti. Prima di tutto abbiamo raccolto informazioni su cosa vende, poi studieremo cosa accade.


D: Lord of the Rings: che c’Þ di nuovo?
(guardando le immagini della gallery del Gencon 2005)
R: Nuovi modelli (sia in metallo che in plastica), Mines of Moria, Fellowship of the Ring (una fantastica guida al primo film che include istruzioni per dipingere, modellare e creare effetti scenici correlati), cosý come le gazzette (che possono essere ordinate come PDF – permettendo un acquisto istantaneo).


D: Come mai non avete fatto un Blood Bowl da viaggio? Potreste fare basette e campo magnetici…
R: Mi piacerebbe molto farlo, ma in questo momento siamo concentrati sul mantenimento. Blood Bowl ha molto potenziale. Le idee vengono facilmente, ma il diavolo si mostra nei dettagli, quando le vai ad implementare.


D: Ho avuto un po’ di problemi con i dadi blocco. Il supporto sembra buono per quanto riguarda il sito U.K. ma pessimo per gli altri (compreso quello U.S.A.).
R: Il piano Þ di vendere il materiale direttamente dal sito Fanatic. Ma Þ complicato, gli ordini vengono distribuiti a vari dipartimenti. In Europa, c’Þ un dipartimento che gestisce gli ordini per Europa e U.K. e si pu? ordinare qualcosa allo stesso prezzo in tutto il territorio, a volte devi aspettare una settimana, ma comunque non pagherai di pi¨. Vorremmo fare lo stesso per U.S.A. e Canada.


D: Ho visto un po’ di confusione in negozi che non potevano ordinare alcune cose non essendo in Elite status, cosa che li ha fatti rivolgere ad altri distributori perchÞ altrimenti non potevano ordinare la roba dal vostro sito. Se mettete i pezzi a disposizione solo online restringete le possibilitÓ dei negozi.
R: In un certo senso Þ vero (a nostro discapito), un negozio non pu? gestire tutto il nostro mercato. Abbiamo visto negozi riempirsi il magazzino e poi non vendere gran parte della roba. Cosý abbiamo cercato di legare pi¨ strettamente i contatti, ma Þ una cosa complicata e la soluzione pi¨ semplice Þ legarci al loro volume d’affari. Certo ci sono stati errori. La gente che si occupa delle vendite a volte non sa cosa Þ possibile e cosa no. Fateci sapere di questi casi, i suggerimenti e le proteste ci mettono un po’ a farsi strada in una societÓ grande come Games Workshop.


D: Il vostro sito parla di varianti delle regole [attualmente Þ un link esterno ad un sito mantenuto dagli utenti], verranno utilizzate?
R: Non ci sono piani in merito, siamo solo legati agli utenti. In un magazine, ci sono pi¨ idee se si ascoltano anche quelle del pubblico.
D: Nei numeri passati, le variazioni di Blood Bowl (spiaggia, strada) sono state molto popolari, ci sono piani per stampare i migliori articoli di questo genere?
R: Al momento no. Il team Fanatic ha le mani piene. Devi ricordare che c’Þ un livello di vendite diverso fra Warhammer 40k e i prodotti Fanatic.
Sono impressionato dal numero di space marines che vengono venduti. Non posso crederci, iniziavo a pensare che fosse una copertura per la droga. Games Workshop supporta il team Fanatic perchÞ ha dei bei giochi, non per aggiungere numeri al fatturato.


D: Metterete nei negozi tutte le miniature che avete sculpted/prepared?
R: Rilascieremo quelle buone. I modelli passano dal controllo di qualitÓ, che Þ molto restrittivo.


D: Hai menzionato i nuovi coach per Blood Bowl, farete come in Australia aggiungendo molti modelli di supporto alla squadra?
R: No, per il momento ci sarÓ solo per la squadra degli umani. Ci piacerebbe farlo anche per i nani, ma in caso lo facessimo sarebbe comunque pi¨ avanti nel futuro.


D: E in quanto alla concorrenza? ci sono molte altre compagnie che fanno fantasy-football. Stanno aiutando BB?
R: E’ questione di affari e sopravvivenza. La gente fÓ soldi sul supporto e gli sforzi che noi impegniamo in Blood Bowl, mi rattrista un po’. Non Þ del tutto sano dal punto di vista degli affari. Probabilmente aiuta l’hobby del Blood Bowl, ma forse dovremmo considerare l’idea di vendere licenze?


D: A proposito delle miniature da torneo?
R: A mio avviso, non Þ questione d’affari, ma solo un lavoro per passione. La cosa migliore da fare Þ parlare col dipartimento legale: non fatevi spaventare dal dipartimento legale di GW, vi saranno d’aiuto.


D: E a proposito di un eventuale scatola di Blood Bowl?
R: Non posso assolutamente parlarne. Mi piacerebbe avere nel 2007 una quarta edizione coi fiocchi, con un nuovo regolamento, miniature, disegni etc. Ma con la Fanatic com’Þ ora, sarÓ una cosa difficile. Penso che abbia il potenziale per essere un sistema di grande successo.


R: Vogliamo che la gente si abitui al tipo di supporto che diamo adesso dal sito. I Living Rulebooks sono molto popolari.


Per i prossimi uno/due anni, ci vogliamo concentrare su Warhammer, Warhammer 40k, Lord of the Rings, e il supporto ai giochi specialist.


-Marguerite Tonje”


L’articolo originale lo trovate qui.

Related Articles

I NOSTRI SOCIAL

9,136FansMi piace
1,808FollowerSegui
315FollowerSegui
947IscrittiIscriviti

Ultimi articoli