sabato 25 Maggio 2024

Traveller… finalmente in italiano!

Il famosissimo gioco di ruolo fantascientifico “Traveller” vede finalmente la luce in italiano!
Notizia lieta, attesa da molti appassionati, che però stranamente non ci giunge dalla casa editrice …

Traveller doveva vedere la luce già in occasione della passata Lucca Games 2008, ma imprevisti problemi tecnici hanno lasciato tutti a bocca asciuta.

In data 26 gennaio 2009 il sito Fantascienza.com pubblica la novella: finalmente viene pubblicato Traveller in edizione italiana ad opera della nostrana Wild Boar!
L’articolo è oltremodo entusiastico, evidentemente scritto da un fan devoto.

Più recentemente, il 16 febbraio 2009, il portale della community GdR-Italia pubblica un’intervista a Luca Volpino (Signore dei Cinghiali Wild Boar).
Questo articolo, dal tono decisamente più sobrio ed interessante, spazia su vari argomenti ma dedica una notevole attenzione a Traveller, fornendo molte gustose notizie.

Crea dunque una certa perplessità scoprire che il sito ufficiale Wild Boar è, ormai da qualche tempo, non aggiornato.
Il vecchio sito non sembra contenere notizie recenti, e non vi è traccia di Traveller.
Al contrario il nuovo sito mostra una grafica completamente votata al nuovo gioco di “viaggiatori fra le stelle”… ma di fatto non è mai diventato operativo.
E’ solo una facciata, in costruzione, e priva di contenuti.

Ma cosa possiamo sapere, dunque, del nuovo nato (non ancora annunciato) di casa Wild Boar?

L’articolo di Fantascienza.com, per quanto eccessivamente lusinghiero, non mente.
Traveller è un’ambientazione fantascientifica con una lunga storia alle proprie spalle ed un ampio zoccolo duro di fan internazionali.
L’edizione italiana è stata realizzata con cura ed in collaborazione con l’autore originale, aggiornata con le FAQ ed errata accumulate nel corso degli anni, e persino arricchita di nuovo materiale ufficialmente approvato.

Viene forse data un pò troppa enfasi all’importanza storica del regolamento di questo gioco: dire che “i sistemi di gioco moderni gli sono tutti debitori” è un pò esagerato, soprattutto considerando che gli sviluppi più recenti del game design (se con “moderni” intendiamo ciò che è nato negli ultimi 10 anni) vanno in direzioni del tutto diverse da quelle del filone “tradizionale” di cui Traveller è onorevole esponente.

Esagerazioni a parte, è sicuramente giusto annoverare questo gioco fantascientifico fra i classici del GDR e considerarlo una pietra miliare nella storia di questo hobby.

L’intervista condotta da GdR-Italia invece rivela che le prime settimane di vita di Traveller sembrano positive.
Viene narrata la nascita del progetto italiano, frutto della passione di Volpino, e sono evidenziate le differenze con l’edizione inglese gemella, edita da Mongoose.
Vengono poi annoverati alcuni dei collaboratori all’edizione italiana, fra cui Licia Troisi, Danilo Moretti, Roberto Grassi e l’associazione Cenacolo della Fantascienza.

Dunque non resta che aspettare e vedere quali saranno gli sviluppi nostrani di questo titolo tanto blasonato dedicandoci, nell’attesa, a qualche viaggio a spasso fra le stelle…

Articolo precedente
Articolo successivo

Related Articles

I NOSTRI SOCIAL

9,231FansMi piace
1,978FollowerSegui
315FollowerSegui
947IscrittiIscriviti

Ultimi articoli