sabato 22 Giugno 2024

Wings of War Modding contest 2010 – La cerimonia di premiazione dei vincitori!

Sull’onda della recente notizia del record di Wings of War per la partita più grande del mondo, ecco a voi il video della premiazione del nostro Wings of War Modding Contest, svoltasi il 1 novembre 2010 in occasione di Lucca Comics and Games.

Questo video rappresenta un’ottima occasione per conoscere il parere dei giurati che hanno contribuito al contest e dell’amministratore delegato di Nexus Games International, che ha sponsorizzato l’evento con un ricco carnet di premi.

Inizia proprio Salvatore Pierucci, amministratore delegato di Nexus Games International, a spiegarci come l’aspetto modellistico, su cui peraltro era basato il contest, rappresenti una delle leve su cui la nota casa editrice italiana basa il successo di questa linea di prodotti.
Successo che NGI persegue con caparbietà costante e con la volontà di migliorare qualitativamente a ogni nuova uscita, nel tentativo di superare con ogni nuova serie i limiti e le difficoltà che una produzione su vasta scala internazionale (i modellini sono prodotti in Cina) naturalmente tende a imporre.
Questa scelta di design è anche dettata dall’esigenza, che ogni nuova serie porta con sé, di ricerche storiche sempre più complesse e dettagliate. Infatti, con l’aumentare dei modelli prodotti, diventa sempre più impegnativo scavare nella storia per individuare aerei interessanti e particolari da proporre ad appassionati molto fedeli ma anche molto esigenti!
In apertura della cerimonia, abbiamo chiesto l’aiuto di Salvatore Pierucci per ricordare i premi messi in palio per il contest: per i primi classificati le due serie complete dei modelli di Wings of War WW2 (per un totale di 24 modelli) più una scatola di Wings of War WW2 De Luxe (con altri quattro modelli); per i secondi classificati le due serie complete dei modelli di Wings of War WW2 e per i terzi classificati i modelli della seconda serie di Wings of War WW2.
Un contributo veramente generoso che permetterà ai vincitori di sbizzarrirsi nella costruzione di nuove squadriglie e per allestire megapartite casalinghe!

Dei quattro giurati non ha potuto presenziare la cerimonia il solo Vincenzo Auletta (l’illustratore della serie Wings of War) mentre erano presenti Andrea Angiolino (l’autore, con Piergiorgio Paglia, della fortunata serie), Gregory Alegi (storico dell’aeronautica e appassionato di tutto ciò che la riguarda, giochi compresi) e Lorenzo Calvi (membro interno di Gioconomicon, esperto di modellismo e miniatura).
Durante la proclamazione ufficiale dei vincitori (da noi già annunciati in questo precedente articolo) i giurati hanno avuto modo di raccontare le loro impressioni e fornire indicazioni utili anche a quanti possano essere interessati a una futura partecipazione in una eventuale prossima edizione.
Relativamente alla categoria delle “squadriglie”, fa notare Gregory Alegi che uno dei parametri di valutazione presi in considerazione è stato il numero dei pezzi con cui sono state composte le varie proposte.
I nostri giurati hanno naturalmente privilegiato quelle con una composizione più ricca e variegata, tenendo conto (come ha indicato il nostro Lorenzo Calvi)  il “colpo d’occhio” che risultasse di maggiore impatto.
Anche per questo motivo, oltre che per la qualità dell’insieme dei pezzi, ha vinto questa categoria Sergio Massa con la sua "JASTA 11 il Circo di Richthofen”, una variegata squadriglia di ben 12 modelli.
È stato lo stesso vincitore (presente alla premiazione) che ha avuto modo di presentare spiegando la sua particolare passione per questo insieme di variopinti aerei, uno diverso dall’altro. Su questo tema, grazie a Gregory Alegi, veniamo a scoprire che la bellezza cromatica di questa squadriglia non era fine a sé stessa ma nasceva dal bisogno, in un’epoca di volo privo di comunicazioni radio, di avere un modo per rendere i proprio compagni facilmente riconoscibili uno a uno!
Tra i vincitori della categoria “modello individuale” ha meritato un commento entusiastico di Gregory Alegi la mimetizzazione a “foglie di autunno” del terzo classificato, un "Albatros D.III Austroungarico dell'Oberleutnant Frank Linke-Carwford del Flik 41J” dipinto a mano libera da Roberto Bagna.

Una osservazione ha riguardato le scelte dei modelli da parte dei partecipanti: la maggioranza ha riguardato modelli della prima guerra mondiale e tra questi l’hanno fatta da padroni i Fokker.
Ma non è certo per l’originalità del modello che vincitore della categoria è stato proclamato il "Raf RE8 of Longton and Carson revisited with haubans” di Luc Baudouin.
La nostra giuria è rimasta esterrefatta dal livello di dettaglio che l’autore è riuscito a raggiungere in un modello di questa scala. I particolati introdotti, come le mitragliatrici, i tiranti tra le ali o il motore superdefinito sono stati creati ex-novo e aggiunti in una dimensione di pochi millimetri.
Ammirazione anche da parte di Andrea Angiolino che, tolti per un attimo i panni del giurato, ha osservato come certe scelte di riproduzione operate dai modellisti abbiano coinvolto specifici modelli che inizialmente si sarebbero voluti realizzare industrialmente ma che, per il livello di difficoltà produttiva presentato, si sono dovuti almeno per il momento accantonare.
In conclusione di cerimonia, un prezioso consiglio arriva dalla giuria dedicato a eventuali futuri partecipanti: quando si inviano modelli storici è opportuno corredarli sempre di una opportuna documentazione di riferimento; questo serve a fornire indicazioni precise sul modello riprodotto e a evitare che dettagli particolari e molto specifici possano essere scambiati per errori (quando, ovviamente, non lo sono realmente!).
Ringraziamo ancora i giurati Gregory Alegi, Andrea Angiolino, Vincenzo Auletta e Lorenzo Calvi per la professionalità e la puntualità con cui hanno espletato il loro compito, ringraziamo Lucca Comics and Games per aver ospitato la premiazione e ringraziamo Nexus Games International per il supporto organizzativo e i premi offerti.
Per noi di Gioconomicon questa è stata la prima edizione di un contest che speriamo di poter ripetere. Per il momento, vi consigliamo di vedere per intero da qui la cerimonia di premiazione, di particolare interesse che siate o meno fan di Wings of War!

Articolo precedente
Articolo successivo

Related Articles

I NOSTRI SOCIAL

9,232FansMi piace
1,988FollowerSegui
315FollowerSegui
947IscrittiIscriviti

Ultimi articoli