giovedì 20 Giugno 2024

Dust Revised – Tutto da rifare?

A quanto pare, Dust Tactics, il wargame leggero ambientato nella Seconda guerra mondiale alternativa di Paolo Parente, intende infrangere davvero ogni record.

Dopo essere passato per un gran numero di case editrici prima ancora di essere pubblicato, infatti, tra poco DT entrerà nel limitato novero di quei giochi che non hanno uno, ma ben due set base iniziali! E qui non stiamo parlando di set “paralleli”, che magari contengono eserciti differenti o scenari alternativi, bensì di una riedizione del primo set che l’attuale detentore dei diritti Fantasy Flight ha deciso di rivedere integralmente.

E come?

Tutto comincia dai punti. O meglio dal sistema di acquisto delle singole unità. Già dall’inizio ad un occhio esperto il sistema di creazione delle squadre presentato nel primo set appariva nel migliore dei casi un po’ ingenuo. Troppa poca differenziazione tra le unità, valori troppo limitati e una scarsa variabilità delle scelte. Pochi mesi dopo l’uscita dei primi pezzi FFG pubblicò sul suo sito un sistema di punti alternativo, con costi molto più dettagliati, definendolo come il “sistema da torneo”. Adesso, con il Revised Core Set questo secondo metodo di creazione degli eserciti diventa quello ufficiale che verrà seguito per tutti i prodotti futuri e che deve essere applicato retroattivamente anche ai pezzi già esistenti (ma niente paura, o voi che già li avete comprati, perché il comodo Unit Card Upgrade Pack sta arrivando, proprio per sostituire le vostre carte ormai obsolete).

Ma visto che c’erano – e magari anche per giustificare un po’ questo effettivo aumento del prezzo di ingresso nel mondo di DT – i ragazzi di FFG hanno pensato bene di regalarci altre novità. Tanto per cominciare, il teatro principale delle operazioni si sposta dall’Antartide alla Gran Bretagna: la “perfida Albione” è stata invasa e sta a voi e alle vostre truppe difenderla fino all’ultimo uomo… o conquistarla fino all’ultimo gorilla, dipende da che parte vi schiererete!

Nel nuovo set, dunque, troveremo altre plance di terreno (supportate dall’uscita di un’ulteriore espansione, il Terrain Tile Set, con altre mappe aggiuntive) e soprattutto nuove unità. Troveremo così ad aspettarci altre squadre di fanteria, due nuovi walkers (il Black Hawk per gli alleati, l’Hans per i tedeschi) e due ufficiali con le loro relative abilità speciali. Il tutto racchiuso in una più comoda scatola di dimensioni medie, meno ingombrante del gigantesco scatolone rettangolare che racchiudeva il primo set.

Ora, non si può certo dire che alla FFG abbiano preso alla leggera questo titolo. Dal design e dalla composizione delle unità pare evidente un tentativo di avvicinarsi maggiormente alla fantascienza retrofuturistica e anche alle logiche di gioco di altri universi complessi (il primo nome che viene alla mente contiene la cifra “40.000”). Con questa nuova uscita, i pack dei rinforzi già disponibili, le espansioni già pubblicate e quelle preannunciate la quantità di truppe schierabili dalle due fazioni diventa significativa. E, non nascondiamocelo, sarà difficile che le fazioni rimangano ancora per molto tempo solo due…

Tuttavia una tale politica di marketing rischia di creare confusione nella piccola ma già agguerrita comunità di fan del gioco. Al di là dei problemi di compatibilità – piuttosto limitati, visto che al di là del sistema di creazione delle forze le meccaniche di gioco sono rimaste invariate – vi sono un indubbio aumento del prezzo di partenza (difficilmente il vero appassionato si accontenterà di uno solo dei due set e sicuramente chi ha già acquistato il primo, pur se non strettamente necessario, avrà ottimi motivi per acquistare anche il secondo) e soprattutto una certa confusione che almeno per i primi tempi rimarrà inevitabile.

Ad ogni modo, per fugare ogni possibile dubbio residuo sulla volontà di supportare la serie e di usarla come punto di ingresso nel mondo del wargame tridimensionale, FFG ha anche indetto un concorso per i modellisti e i miniaturisti, sulla falsariga di quello già tenutosi a suo tempo per Battles of Westeros. Chi volesse partecipare ha tempo fino al 1° Luglio per inviare le foto delle sue squadre e dei suoi walkers, nella speranza di vincere uno dei vari set ed espansioni messi in palio.

Related Articles

I NOSTRI SOCIAL

9,233FansMi piace
1,987FollowerSegui
315FollowerSegui
947IscrittiIscriviti

Ultimi articoli