sabato 15 Giugno 2024

Android Netrunner: la riedizione che arriva dal futuro!

C’era una volta un famoso autore di giochi (Richard Garfield) che, pur dovendo la sua fama a un noto sistema (Magic The Gathering) andava in giro a dichiarare che era un altro il gioco che considerava il suo migliore: Netrunner.

Pur accolto con entusiasmo dalla critica, il gioco venne abbandonato molto presto dalla sua casa editrice (Wizards of the Coast) probabilmente a causa del suo sistema, troppo complesso e articolato per il tipo di mercato cui si rivolgeva.

Passarono gli anni ma il gioco rimase nel cuore di molti giocatori fin quando un noto marchio statunitense (Fantasy Flight) decise di applicare anche a questo titolo la sua ormai consueta politica di riedizioni di vecchi successi… e così che è nato Android Netrunner!

Come già visto con Android Infiltration, Fantasy Flight sta cercando di rimpolpare il suo mondo di Android con nuova linfa! L’originale Netrunner vide la luce nel 1996 come gioco di carte collezionabili ambientato nell’universo di Cyberpunk 2020 (il gioco di ruolo della Talsorian) ma ora verrà travasato in Android e caratterizzato da una veste grafica totalmente nuova. Ovviamente, sull’onda del successo sperimentato da FFG con altri titoli, anche Android Netrunner sarà un Living Card Game e prevederà delle miniespansioni che usciranno periodicamente.

Come nella versione originale, Android Netrunner sarà un gioco per due basato su un meccanismo asimmetrico che vedrà contrapposto il giocatore Corporativo a quello Runner.
La particolarità di questo gioco è che i due avversari giocano con mazzi composti da set di carte completamente differenti da gestire secondo regole anch'esse del tutto diverse.

Le corporazioni cercheranno, spendendo azioni e crediti, di acquisire punti che possono essere guadagnati proteggendo i propri dati, custoditi su server riservati usando programmi di sicurezza e anti-ntrusione.
I Runner applicheranno le loro risorse per acquistare hardware e sviluppare software di intrusione con cui superare le protezioni corporative. Ma questo per il Runner significa connettersi neuralmente ai server aziendali con il rischio di vedere i suoi software sconfitti dalle contromisure corporative, e con la drammatica possibilità di subire gravi danni cerebrali.

Rispetto all’originale Netrunner, questa versione introduce sette carte identità, che rappresentano diverse classi di corporazioni e di Runner, ognuna caratterizzata dal proprio stile di gioco. Di queste, quattro riguardano altrettante corporazioni e i loro ambiti di interesse (la Haas-Bioroid che produce umanoidi dotati di intelligenza artificiale, la Jinteki che rappresenta la sua maggiore concorrente nel settore dei droidi da lavoro, la NBN che risulta il più potente e persuasivo network multimediale mai esistito e la Weyland Consortium che si occupa della costruzione di strutture sulla Terra, sulla Luna e su Marte); mentre le altre tre rappresentano famosi Runner e le loro motivazioni (Noise Reilly è un anarchico che opera spinto dal suo odio per la corruzione dilagante, Gabriel Santiago è un criminale che ha la sua unica motivazione nei crediti che ottiene vendendo al miglior offerente i segreti corporativi rubati, Kate McCaffrey è una “shaper” che corre sulla rete per il puro piacere di farlo e per la soddisfazione di provare nuove combinazioni tecnologiche di hardware e software di intrusione).

Pur continuando a figurare come autore, Richard Garfield non ha voluto essere coinvolto nel progetto Android Netrunner. Le motivazioni le ha riportate lui stesso nel suo blog Games with Garfield: “Fantasy Flight sta per pubblicare una nuova versione di Netrunner, sarà un gioco autoconsistente e non più un gioco di carte collezionabili. Non sono coinvolto nel design – Fantasy Flight mi ha proposto di collaborare, ma il tempo disponibile mi sembrava troppo limitato. Non ho ancora visto il design sebbene  ne conosca la descrizione – e sulla base di queste informazioni e della capacità dimostrata da Fantasy Flight di gestire molti giochi classici, sono sicuro che Netrunner è in buone mani.”

Ma quanta differenza ci sarà tra questo nuovo Android Netrunner e l’originale concept del vecchio gioco di carte collezionabili? È ancora presto per dirlo, ma ad un fan del Netrunner classico che lamentava uno scarso rispetto delle idee originali nella nuova versione di FFG (almeno per quanto se ne può sapere), sempre Richard Garfield risponde: “Se ci sono abbastanza differenze, allora una nuova versione di Netrunner Classic sarà ancora possibile in futuro, e il Netrunner che stanno facendo ora potrà comunque essere un buon gioco.
Vedremo. Non posso garantire sul design perché non l'ho visto, ma i designer sono bravi e quindi indipendentemente dall'originale, questo ha tutte le carte in regola per essere un buon titolo.
I giocatori dell'originale probabilmente non lo vedranno come un sostituto, ma forse potrebbero essere eccitati dal fatto di avere un gioco con meccaniche simili… le meccaniche di Netrunner non sono mai state usate molto.”

E' interessante notare come, in questo rilancio dell'universo di Android, Fantasy Flight stia cercando il coinvolgimento di un altro nome illustre del panorama autoriale (dopo Infiltration firmato da Vaccarino). Sarà questo un tentativo di riportare l'attenzione anche sul primo gioco di questa ambientazione, che non riscosse all'epoca il successo sperato?

Con 252 carte (di cui sette carte di identità), il set base di Android Netrunner sarà venduto come un gioco completo. La sua uscita è annunciata per il terzo quarto del 2012 e poi, verosimilmente, usciranno espansioni periodiche.

Related Articles

I NOSTRI SOCIAL

9,234FansMi piace
1,984FollowerSegui
315FollowerSegui
947IscrittiIscriviti

Ultimi articoli