lunedì 17 Giugno 2024

Bacchanalia – paura e delirio nell’Impero Romano

Bacchanalia è un gioco di vino, sesso, morte e amore.

Tale è l’incipit del nuovo gioco di casa Narrattiva che si prepara a raggiungere i tavoli italiani e non solo, visto che il progetto è di respiro internazionale.

Esperienze audaci, un sistema basato sulle carte, realtà aumentata e altro ancora in una scatola di dimensioni contenute ma che si prospetta piena di novità.

Continuate a leggere per scoprire cos'è Bacchanalia esattamente e dare un'occhiata in anteprima assoluta al video-trailer ufficiale…

C’era una volta un certo Paul Czege (famoso in Italia per La Mia Vita col Padrone) che partecipando al Game Chef 2005, un concorso per autori di giochi di ruolo che si svolge a tempo limitato e con speciali regole che cambiano di anno in anno, si inventò un giochino goliardico di poche pagine intitolato Bacchanal.
Era semplice, veloce, coinvolgente, crasso, grottesco, viscerale e richiedeva una montagna di dadi di vario tipo e, alla fine del concorso, riscosse un certo successo ma rimase poco più che una curiosità, distribuito gratuitamente in formato pdf, o a pochi dollari in una casalinga versione cartacea.

Andiamo avanti veloce.
Corre l’anno 2012 e Michele Gelli (una delle “ombre” dietro a Narrattiva) si prepara a portare alla Fiera di Essen, prima, e a Lucca Games, poi, una sua personale rivisitazione di quel bizzarro giochino…

Bacchanalia è un gioco di ruolo in cui da 3 a 6 partecipanti vivono una terribile notte di delirio e decadenza all’epoca dell’Antica Roma.
Bertinoro è un insediamento sulle colline romagnole vicino alla Via Emilia e al porto di Ravenna in cui i protagonisti si rifugiano, assieme al proprio compagno amato, per sfuggire alle persecuzioni di un implacabile Magistrato, senza sapere che proprio quella notte il dio Bacco ha deciso di dare vita a uno sfrenato baccanale di vino, sesso e perdizione.
A complicare la situazione ci saranno anche Venere, Plutone e Minerva che ci metteranno lo zampino… orgie, inseguimenti e un terribile incendio segneranno questa notte di follia fino al sorgere dell’alba.
Chi sopravviverà?
Chi riuscirà a ricongiungersi col proprio amore, disperso fra le vie di una città in preda alla decadenza più sfrenata?
 


Ad eccezione del nome della città, originariamente Puteoli, la versione messa a punto da Narrattiva ricalca fedelmente il gioco originale. Ci sono però differenze notevoli che rendono Bacchanalia un prodotto ben distinto da Bacchanal, e anzi ne rappresentano la reale maturazione e stadio finale.
Innanzi tutto le secchiate di dadi sono state sostituite da un unico mazzo di carte, tutte riccamente illustrate a colori da Claudia Cangini e incluse nella scatola del gioco.
Il regolamento stesso è stato accuratamente revisionato in modo da correggere alcuni dei problemi e debolezze presenti nel design originale, e poter offrire una spiegazione del gioco chiara e compatta, contenuta in meno di 40 pagine di formato mini, grande quanto le carte del gioco stesse.

Il risultato finale è un gioco di ruolo vero e proprio, avvincente e dal sapore forte, che però si presenta come una specie di gioco di carte sgargiante e malizioso. Si prende e si gioca: non c’è Master, non c’è preparazione, si finisce tutto in una singola sessione.

Un titolo di successo?
Vedremo…
Quel che è certo è che Narrattiva non si è risparmiata per la realizzazione ed il lancio di questo gioco.
Fin dalla nascita il gioco sarà pubblicato in ben quattro lingue, sbarcando quasi contemporaneamente in Italia, Germania, Francia e i paesi anglofoni sia d’Europa che Oltre Oceano.
Altro elemento interessante, Bacchanalia è un gioco che si avvale di “realtà aumentata”.
In pratica installando un’apposita app sul proprio cellulare e usandone la fotocamera per inquadrare gli elementi del gioco… essi prenderanno vita!
La scatola del gioco diventerà uno schermo dai cui nasceranno viticci e foglie e su cui potreste vedere questo trailer:


Le carte delle divinità si animeranno, e offriranno un sunto delle regole speciali ad esse associate. Un piccolo assaggio di tale tecnologia (Aurasma) è individuabile sul sito ufficiale di Bacchanalia.

E per finire… in occasione del lancio a Lucca Games 2012… verrà organizzato un VERO baccanale! Più o meno…
Alle ore 19:30 di Venerdì 31 ottobre, dopo la chiusura serale della manifestazione, si terrà un incontro presso il bar dell’Indie GdR Palace… un cosiddetto BarCampRon Edwards (Trollbabe, Spione, Shahida, Sorcerer), Michele Gelli (Bacchanalia) e Daniele Lostia (Piombo) terranno ciascuno un micro-seminario a tema della durata di 10 minuti. Ad ogni seminario sarà associato un diverso vino pregiato, che verrà offerto al pubblico. A seguito di ciò l’incontro continuerà in maniera molto informale, fra vino, chiacchiere e game design.

Che dire, non ci resta che alzare i calici e brindare alla buona fortuna di Bacchanalia, in attesa di poterlo provare a una delle tante demo che si terranno durante Lucca (o forse già da Essen!).

Stay Tuned!
Stay Gioconomicon!

Related Articles

I NOSTRI SOCIAL

9,232FansMi piace
1,985FollowerSegui
315FollowerSegui
947IscrittiIscriviti

Ultimi articoli