domenica 21 Aprile 2024

[Norimberga 2013] Red Glove – la produzione del 2013 si concentra sulle famiglie

Altro appuntamento fisso per il nostro tour alla fiera di Norimberga è sicuramente la tappa allo stand di Red Glove.

Nonostante siamo alla presenza di tanti partner internazionali, l’editore toscano preferisce parlarci di quelle che sono le sue produzioni per l’anno nuovo.

Perchè di carne al fuoco c’è n’è tanta, ben nove giochi nuovi in arrivo da Red Glove, ma tutti segnati da una decisa sterzata nei confonti di un target ben specifico…

 

Prima di tutto chiediamo a Red Glove una breve considerazione su come si è concluso il 2012 e la risposta è netta: positivamente (scopriremo che praticamente quasi tutte le aziende italiane del settore sono soddisfatte dei risultati conseguiti nell’anno precedente e in generale delle tendenza del mercato).
Le misurazioni si stanno facendo solo sul mercato italiano perché, ci dice Federico Dumas, “… prima di essere competitivi all’estero bisogna essere forti nel proprio paese…”. E proprio con questo obiettivo in mente Federico ci chiarisce che, in assoluta controtendenza, negli ultimi mesi Red Glove non sta prendendo proprio in considerazione produzioni da proporre all’estero. Quindi rimanendo sull’Italia: Fuori di Rotella ha dato risultati più che soddisfacenti, soprattutto pensando che il prodotto non era facilmente classificabile ne come gioco per gamer, ne come titolo family. Anche la localizzazione dei prodotti Ares ha avuto una buona risposta e sarà proprio questo rapporto con l’editore di Wings of Glory il principale (e forse unico) elemento di presenza di Red Glove sul settore specializzato.
Anche di Acchiappamostri non ci si può lamentare: a quanto pare i premi per le preferenze dei bimbi tedeschi trovano consenso anche tra quelli italiani. E sempre pensando al mercato casual, vanno segnalati gli ottimi risultati ottenuto dai prodotti Smart Games, i rompicapo solitari ampiamente coperti dal catalogo RG.

E passiamo all’immediato futuro.
Primo obiettivo del nuovo anno per la ditta del guanto rosso sarà quello di rendersi maggiormente riconoscibile all’interno dei punti vendita: tutti i giochi che abbiamo elencato (e anche parte di quelli che saranno localizzati) saranno brandizzati con i marchi di Red Glove; tutte le illustrazioni saranno realizzate da Guido Favaro; sarà istituito uno stile unico anche per le indicazioni sui retri delle scatole e i manuali delle regole. Espositori, scatole e manuali saranno immediatamente identificabili tra gli scaffali dei negozi.

Red Glove si prepara a sfornare ben 9 giochi nuovi! E tutti per il settore dei più piccoli. Ormai la direzione dell’editore è chiara: uscire dal mercato specializzato almeno per quanto riguarda le produzioni originali e raggiungere un’offerta ancora più ricca per quello che è il settore delle famiglie. L’operazione sarà portata avanti anche tenendo conto del periodo di crisi: tutti i giochi realizzati costeranno massimo 25 euro.
Sei dei nuovi titoli saranno destinati alla fascia d’eta 3-5 anni, sarano tutti sviluppati internamente alla Red Glove con il supporto di specialisti di pedagogia. I primi tre dovrebbero essere pronti già entro la prossima edizione di PLAY (aprile) e trattano temi molto apprezzati dai bambini: un gioco sui dinosauri dall’inequivocabile nome NasconDino, un gioco a tema fantasy dove dovremo equipaggiare i nostri eroi prima di andare all’avventura e un gioco sui pirati dove dovremo spostare la nostra nave con il classico meccanismo dei dadi. Tutti e tre dovrebbero avere un prezzo che non supererà i 12 euro.
Non abbiamo potuto approfondire i titoli successivi, ma sappiamo che altri tre sono in programma per settembre e gli ultimi tre (destinati alla fascia 7 anni in su, sviluppati da professionisti nel settore bimbi) a novembre.

Per dare un’idea del tipo di giochi si cui stiamo parlandoo: in NasconDino, fascia di età 3-5 anni, le carte riproducono dei dinosauri che su un lato sono nascosti dietro un cespuglio e sull’altro sono visibili nelle loro combinazioni a due colori. Un paio di dadi dalle facce colorate determineranno i i dinosauri da cercare, condividendo le informazioni rivelate dai nostri tentativi in pieno stile memory.

Parliamo poi di importazioni. Sicuramente vedremo Coloretto in una nuova edizione italiana: questo è l’anno del decimo anniversario per il bestseller di Michael Schacht che viene appunto ristampato da Abacusspiele con una nuova copertina, ma per i motivi suddetti la grafica della versione di Red Glove sarà ad opera di Favaro. L’obiettivo è di stamparlo entro aprile (quindi in tempo per PLAY 2013).
Altro gioco che in realtà eravamo sicuri che avremo visto arrivare da Red Glove è Rancho, della Granna; praticamente l'erede di Super Farmer, titolo fortunatissimo anche nel nostro paese.
E poi tanti nuovi “logic-game” da giocare in solitario tra cui spiccano sicuramente quelli ambientati nell’universo di Angry Birds. E ancora dei “travel game” magnetici, pensati per la prossima estate, che saranno completamente localizzati in italiano.

Insomma anche per quanto riguarda i titoli degli altri editori, Red Glove sembra ben focalizzata sul pubblico dei non-gamer. Quindi addio definitivo allo specializzato?
Non del tutto: c’è ancora la volontà di produrre in italiano le plurinannunciate espansioni di Galaxy Trucker e Space Alert ma bisognerà trovare una formula opportuna per proporli, probabilmente tramite un sistema di prenotazione sul sito internet dell’azienda. Sito che, va precisato, sarà rinnovato anche per offrire nuovi servizi ai negozianti.
Ma conclusa questa parentesi, praticamente nel catalogo di Red Glove rimarranno per i gamer solo i titoli della Ares. Parlando di questi: sono già garantite in italiano quasi tutte le novità di cui abbiamo parlato giusto ieri, quindi le nuove linee di Wings of Glory, Sails of glory, Inkognito, le espansioni per La guerra dell’Anello e  Battaglia dei cinque eserciti. L’unico che rimarrà fuori per il momento è il recentissimo Dino Race.

Nonostante la strategia intrapresa, Red Glove vuole continuare comunque a supportare la linea di giochi di ruolo che ha lanciato pochi anni fa: La Marca dell’Est. Per questo 2013 sono previsti ben quattro prodotti: due avventure, la scatola blu e la scatola verde. E il risultato di questi nuovi prodotti determinerà probabilmente quanto e se l’editore continuerà a puntare su questa linea.

Insomma, la direzione di Red Glove è chiara, non ci resta che stare a guardare se le nuove strategie ci porteranno effettivamente a scorgere più spesso il guanto rosso anche nei negozi non specializzati.

Related Articles

I NOSTRI SOCIAL

9,197FansMi piace
1,918FollowerSegui
315FollowerSegui
947IscrittiIscriviti

Ultimi articoli