martedì 23 Aprile 2024

[Lucca 2013] Lucca vive il suo “Day of the Doctor”

Manca meno di un mese alla proiezione di The Day of the Doctor, attesissimo episodio celebrativo dei 50 anni dello storico show inglese, ed anche Lucca Comics & Games vive il suo giorno del dottore, con una serie di eventi dedicati al Signore del Tempo e ai suoi sempre più numerosi fan.

L'evento, preceduto dal concorso Doctor Who Artwork (i cui risultati si possono ammirare qui) era previsto come una serie di mini-eventi che avrebbero dovuto scandire la giornata dei fan, comprendenti un Trivia per testare le conoscenze degli appassionati, una parata di coplayer, la proiezione del primo episodio del serial che dal 1963 stimola la fantasia dei suoi spettatori, e un “flashmob”.

Alle 12 si sono quindi radunati nell'Area Demo del padiglione Games gli "Whovian" (così vengono chiamati i fan del Dottor Who) desiderosi di mettere alla prova la loro conoscenza delle avventure del loro beniamino Galliffreyano. L'affluenza è stata maggiore del previsto: i tavoli dell'area dimostrazioni hanno visto sedersi appassionati, spesso in cosplay, pronti a sottoporsi al test a risposta multipla. Ai vincitori gloria e onore, oltre ai romanzi editi da Asengard Edizioni e i cofanetti DVD Doctor Who The Special II.
Il tempo di un breve pasto di emergenza, e i fan si sono spostati di fronte al padiglione Games, dove era prevista la parata di cosplayer. Le condizioni meteorologiche avverse, che spesso deliziano chi frequenta Lucca Games, hanno costretto TARDIS, Dottori (nelle loro varie incarnazioni, anche se è sempre il decimo a farla da padrone), "Dottoresse", Companion, TARDIS antropomorfe e anche qualche Dalek a ritardare la loro parata verso il Cinema Centrale, dove alle 14.30 era previsto l'inizio della proiezione della prima puntata dello storico serial.

All'arrivo al cinema verso le 15 i protagonisti della sfilata hanno scoperto che la proiezione era iniziata come da programma, premiazione dei vincitori del trivia inclusa. Con la sala gremita da una moltitudine di fan, e per venire incontro al comprensibile malumore degli altrettanti incolpevoli ritardatari, la proiezione è stata replicata anche per questi ultimi – compensando così i problemi di comunicazione ed organizzazione con un fuori programma.
Gli animi si sono riappacificati infine con il flashmob. In cui i 300 detentori dei kit realizzato per l'evento e tutti gli altri fan presenti, armati del loro cacciavite sonico, al caratteristico segnale sonoro del freno a mano del TARDIS si sono esibiti in una breve animazione.

A Lucca, nonostante l'assenza degli interpreti e degli autori dello show e qualche piccolo problema di organizzazione, la passione per il Doctor Who si è fatta comunque sentire.

Related Articles

I NOSTRI SOCIAL

9,198FansMi piace
1,920FollowerSegui
315FollowerSegui
947IscrittiIscriviti

Ultimi articoli