giovedì 25 Aprile 2024

Inkognito: E’ di nuovo carnevale a Venezia.

Nel 1988 Alex Randolph e Leo Colovini pubblicano, sotto etichetta MB, Inkognito, un gioco di bluff e deduzione che risulterà uno dei loro titoli più riusciti, affermandosi come un classico del genere  e ottenendo un discreto successo anche presso i nostri lidi.
Come sappiamo la  Ares games ripubblicherà questo affascinante titolo ed ora abbiamo la data ufficiale, settembre 2013, oltre a qualche dettaglio in più sul nuovo design e sulle modifiche apportate al regolamento, rispetto a quanto ci è stato accennato durante la fiera di Norimberga di quest’anno dalla stessa Ares games.
Prima di scoprire nel dettaglio tali modifiche descriviamo, a beneficio di chi non lo conoscesse, le regole principali di questo classico…

Inkognito è un gioco per 3-4 giocatori (5 nella nuova versione) ognuno dei quali impersona un agente segreto intento a completare una missione top secret insieme al proprio compagno, tuttavia all’inizio del gioco non si conosce ne l’identità del compagno ne la missione da realizzare. Per riuscire in ciò i giocatori dovranno muoversi sulla mappa, che riproduce le strade di Venezia, avvicinando una delle miniature degli altri personaggi (ogni personaggio è rappresentato da quattro figure diverse di cui una sola è quella vera) avendo così il diritto ad “interrogarla”, cioè a controllare alcune sue carte, ottenendo una risposta in parte vera ed in parte falsa; confrontando le risposte ottenute e applicando una logica deduttiva, si potrà stabilire l'identità del proprio compagno. A questo punto sarete in grado di scambiarvi i rispettivi messaggi segreti determinando quindi la missione che insieme dovrete svolgere prima dei vostri avversari. Nel gioco c'è un altro personaggio con un ruolo importante: l'ambasciatore. Lui può essere utilizzato per ottenere informazioni più chiare circa gli altri personaggi.

Vediamo ora cosa cambierà in questa nuova incarnazione di Inkognito targata Ares Games.

Il restyiling grafico è stato aggiornato non tradendo comunque lo spirito delle illustrazioni originali, che hanno contribuito alla fortuna di questo classico facendogli conquistare la nomina di “gioco più bello” nello Spiel Des Jahres del 2008. In particolare il nuovo logo risulta gradevole e accattivante e la mappa di Venezia più chiara e funzionale al gioco mantenendo inalterato il fascino della Serenissima. Infine le carte indizio e lo schermo dei giocatori sono stati riorganizzati per essere più fruibili e comodi ai giocatori. Le uniche componenti lasciate inalterate rispetto all’originale sono state le miniature dei travestimenti degli agenti e la “Phantom of Prophecy”, o “Mischiacolori Mascherato” come viene definito nel regolamento dell’1988, perché “…era impossibile pensare a figure migliori per questo gioco!”  come affermato da Ares Games.

Passando al regolamento vero e proprio le modifiche, apportate dallo stesso Covolini in collaborazione con la Ares, sono minime ma promettono di migliorare ulteriormente l’esperienza di gioco. Queste sono focalizzate sul sistema di movimento e cercano di aumentare ancora di più l’interazione tra i giocatori.
In Inkognito le pedine si muovono a seconda del colore delle 3 biglie che escono dalla “Phantom of Prophecy” dopo che questa è stata scossa. I colori sono 5 ed ognuno ha un significato diverso:
Rossa: Muovi una tua pedina solo via terra
Blu: Muovi  una tua pedina solo via mare
Bianca: Scegli dove muovere una delle tue pedine
Viola: Muovi la pedina di un altro giocatore
Nera: Muovi l’ambasciatore

Le modifiche apportate sono nella specifica dei colori Viola e Bianco.
Nella vecchia versione le tre palline di colore bianco corrispondevano ad un nulla di fatto facendo rimanere la pedina ferma, questo allungava il gioco compromettendo il coinvolgimento, da qui la scelta di modificare questo colore in un colore jolly.
L’unica biglia che prima aveva questa funzione era di colore giallo, ora cambiato in viola, e introduce un opzione che prima non esisteva: muovere una pedina avversaria! Questa nuova opzione apre a nuove strategie e colpi di scena, soprattutto nel finale, avendo più modi per ostacolare o supportare il raggiungimento di una missione.

Infine è stata aggiunta una nuova modalità di gioco che permette di espandere il numero di giocatori fino a 5, dove il quinto partecipante prenderà i panni dell’ambasciatore. Lui si muoverà sulla mappa come gli altri giocatori scambiando informazioni con loro ma contrariamente a questi, l’ambasciatore avrà come scopo quello di capire le identità di tutte le altre spie in gioco.

Se riesce a far questo prima che una squadra compia la sua missione segreta, vince la partita. L'ambasciatore non è più solo un alleato, ma anche un avversario, così ottenere informazioni da lui può dimostrarsi un arma a doppio taglio. In questa variante i giocatori dovranno essere molto più attenti a come e a chi rivolgere le proprie domande.

Il nuovo Inkognito sarà pubblicato contemporaneamente in 10 lingue, da 7 diversi editori in tutto il mondo (per l’Italia ovviamente Red Glove, che già pubblica gli altri titoli della Ares Games). Confidiamo che anche l’edizione italiana giunga puntuale a settembre sui nostri tavoli.

Segnaliamo inoltre che una trasposizione elettronica di Inkognito per iPad è in pieno sviluppo ad opera del team italiano Inigma.

Related Articles

I NOSTRI SOCIAL

9,199FansMi piace
1,923FollowerSegui
315FollowerSegui
947IscrittiIscriviti

Ultimi articoli