venerdì 21 Giugno 2024

Dark Heresy: gli eretici oscuri si rimettono alla prova

Fantasy Flight Games offre ai giocatori di tutto il mondo la possibilità di partecipare al testing  pubblico della 2a Edizione del suo acclamato gioco di ruolo Dark Heresy. A cinque anni dalla sua prima apparizione,  sembra che il sistema necessiti di uno svecchiamento e anche la modalità di pubblicazione si rifà alle mode più recenti. Scopriamo quindi come e perché Dark Heresy viene rinnovato…

Partiamo ricordando che Dark Heresy è il primo di una intera collana di gdr ambientati nel devastato universo di Warhammer 40k.

Ogni capitolo di questa collana è indipendente dagli altri e offre una diversa prospettiva di gioco con la quale esplorare il setting.
In Dark Heresy giochi un Accolito a caccia di eretici nelle varie zone civilizzate dell’Imperium.
In Black Crusade vesti i panni di uno dei suddetti eretici.
In Rogue Trader sei un intrepido freelancer che commercia nonostante la guerra totale.
In Deathwatch sei uno dei famosissimi Space Marine, in missione ai confini dell’Imperium.
In Only War fai la stessa cosa, ma invece di essere un divino Marine sei un semplice umano della Guardia Imperiale.

Tutti condividono il medesimo regolamento di gioco, di impianto molto tradizionale, che però dal 2008 ad oggi ha ricevuto, con ogni nuovo elemento della collana, qualche aggiornamento e novità.
Adesso, a cinque anni di distanza dalla sua prima uscita, Fantasy Flight si è resa conto che l’originale Dark Heresy era rimasto indietro.
La 2a edizione non vuole dunque offrire nulla di realmente nuovo, né avviare una globale ri-edizione di tutti i titoli della collana, quanto piuttosto portare il capostipite della serie al passo con i tempi e con i suoi discendenti.

 Considerando questa premessa, va immediatamente precisato che quest’intera operazione di beta-testing mondiale sta alimentando non pochi dubbi sulla sua utilità, considerando che il nuovo gioco e tutte le sue “innovazioni” hanno già anni di rodaggio e feedback da parte di giocatori appassionati.
Contribuisce a questa sensazione il messaggio  sulla pagina ufficiale: “Giocate e divertitevi e NON preoccupatevi di provare ogni elemento del gioco, fateci solo sapere se insorgono problemi e litigi al tavolo”.

Ma prima diamo un’occhiata a quelle che sono le principali innovazioni di questa nuova versione del manuale, sintetizzate da FFG in questo elenco:

– abilità semplificate e utilizzabili in collegamento a differenti caratteristiche
– creazione personaggi più veloce
– opzione per giocare sia un Accolito sia un Inquisitore
– nuove regole per i poteri psichici (con l’ausilio di parecchie tabelle)
– schemi che aiutano a visualizzare la progressione dei Talenti
– regole di combattimento aggiornate
– regole sui danni più scenografiche e con effetti più sanguinolenti (e sempre con tante tabelle, tabelle, tabelle)
– veicoli e combattimento veicolare
– PNG semplificati

E la lista si conclude con un generico “Tanto altro ancora!” che lascia presagire altri contenuti che saranno rivelati durante il beta-testing.
C’è poi una nuova ambientazione , l’Askellon Sector, la cui dettagliata descrizione occuperà buona parte di questo nuovo manuale. E’ probabile però che il nuovo setting non sarà approfondito nel manuale beta di Dark Heresy 2 che si compone di fatto del regolamento completo, di alcune (poche) illustrazioni e di alcune parti essenziali sull’ambientazione (quanto basta per giocare). Gli autori comunque rassicurano che il settore della precedente edizione, il Calix Sector, sarà compatibile con il nuovo regolamento, quindi anche le numerose avventure già pubblicate ed in esso ambientate.

Considerando che molti degli elementi annunciati fino ad ora sono già stati sdoganati con le regole degli altri manuali, viene quasi il sospetto che il supporto al game design non sia lo scopo principale di questa iniziativa. Per partecipare al playtest infatti è necessario comprare online la versione PDF del manuale, alla modica cifra di 20$ attraverso DriveThrouRPG oppure RPGnow.
Si compra, si gioca, si invia l’eventuale feedback entro l’11 Settembre 2013. La ricompensa, oltre alla soddisfazione per aver “contribuito”, è uno sconto di 20$ sull’acquisto del vero manuale quando uscirà ufficialmente.

Si  evidenzia dunque anche una finalità commerciale in questa iniziativa, che si è dimostrata già di successo quando impiegata per altri titoli di casa FFG (come col recente Star Wars:Edge of the Empire) e che sta diventando il modus operandi dell’editore per tutti i nuovi manuali (ultimo caso Age of Rebellion).
Gli elementi di principale attrattiva di questa operazione sono sicuramente il costo ridotto del regolamento, il fascino dell’anteprima e l’idea (più o meno veritiera) di poter essere parte del progetto e lasciare il proprio segno sul manuale finito. Se l’iniziativa dovesse raggiungere lo stesso successo di quanto già visto con il nuovo Star Wars, la FFG potrà contare su un pubblico altamente coinvolto, attivo e partecipe sui forum di discussione del gioco. E non fatichiamo a credere che buona parte di questi acquisterà poi il vero manuale quando sarà pronto!

D’altronde questo modello pare essere la moda del momento: D&DNext docet, ma sono sempre più gli editori che si rivolgono al croudsourcing approfittando dell’immediatezza del web. E considerando la popolarità di queste operazione, il beta-testing mondiale non viene percepito negativamente, soprattutto se alla fine aiuta gli editori a portare al pubblico giochi che piacciono. L’unico argomento di discussione sta appunto sul quando gli editori chiedono il dazio ai fruitori, c’è chi lo fa prima, c’è chi lo fa dopo e c’è chi lo fa sia prima che dopo…

Se volete quindi provare in anteprima la nuova versione di Dark Heresy e scoprire se e quanto il contributo degli utenti impatterà sulla versione definitiva del regolamento non aspettate altro tempo!
Correte ad arruolarvi per la maggiore gloria dell’Imperatore!
Non fate gli eretici!
E soprattutto… Stay Gioconomicon.

Related Articles

I NOSTRI SOCIAL

9,233FansMi piace
1,987FollowerSegui
315FollowerSegui
947IscrittiIscriviti

Ultimi articoli