domenica 21 Aprile 2024

[Lucca 2013] Super Fantasy: tocchiamo con mano i dungeon di Red Glove

Dopo l’esordio internazionale, la Red Glove presenta, in occasione di Lucca Games 2013, il nuovo gioco di Marco Valtriani: Super Fantasy.

Abbiamo parlato di questo atteso titolo in occasione della pubblicazione delle regole, finalmente abbiamo avuto occasione di vederlo e provarlo dal vivo…

Super Fantasy è un titolo che si ispira tantissimo ai videogiochi hack’n’slash di ambientazione fantasy, per l’appunto. Il gioco può essere giocato da 1 a 6 giocatori, ed è incentrato sulle semplici meccaniche che governano i videogiochi di questo genere: i personaggi entrano nel sotterraneo locale, uccidono i mostri usando potenti abilità speciali, e raccolgono tesori. La storia che fa da sfondo, se pur presente, diventa secondaria, poichè il divertimento del gioco sta nel colpire tutto quello che ci si para davanti.

Ovviamente la nostra prima attenzione è stata rivolta alla componentistica!
La dotazione del gioco include una serie di stanze, corridoi e cripte in cartone, che costituiscono la mappa di gioco; ci sono poi mostri e personaggi rappresentati da segnalini in cartoncino, una serie numerosa di segnalini sempre in cartoncino che rappresentano oggetti ed abilità varie, alcuni elementi scenici in legno (scrigni, barili e colonne), e poi le schede dei personaggi, a colori, suddivise in varie sezioni necessarie ai fini del gioco (slot per equipaggiamenti, zaino, e tre abilità speciali coi loro relativi contatori di carica, proprio come nei videogiochi).
In generale, il primo giudizio sui materiali è positivo: i componenti sono veramente tanti e di buona qualità, il che ci fa molto piacere considerando anche il prezzo competitivo della scatola.

Ci sono poi sei dadi neri che si usano per tutte le azioni, ed un dado bianco che si usa per il “respawn” dei mostri.
Parlando dei dadi, meglio specificare subito che tutte le azioni del gioco vengono controllate dal tiro di questi, ed ogni giocatore ha a disposizione tutti e sei i dadi, e può suddividerli in quante azioni vuole, finché ha dadi da tirare, appunto; per esempio, il guerriero può usare un dado per muoversi, 4 per attaccare, e poi magari muoversi ancora, o ricaricare un’abilità speciale con l’ultimo dado.

Vediamo anche un po’ di regole in dettaglio: ogni personaggio è “definito” da una serie di abilità (forza, difesa, magia, astuzia, e così via), ed ha a sua disposizione tre attacchi speciali, che non possono essere usati continuamente, ma solamente quando la relativa “barra dell’energia” è carica. La carica aumenta quando tirando i dadi si ottiene una stella, ed una volta carica l’abilità può essere usata quando serve.
Oltre a questo, la scheda del personaggio riporta anche diverse caselle per armi ed armature, ed una casella zaino che si può riempire con gli oggetti che si trovano durante le avventure.
Ogni azione viene generalmente risolta tirando i dadi: il giocatore decide quanti dei suoi 6 dadi tirare, e deve in genere ottenere un risultato di 6 o più per ottenere un successo.
I dadi riportano su 5 delle sei facce un simbolo di una o due spade, mentre sulla sesta c’è una stella. Le spade rapresentano numeri (quindi, per esempio, tre spade valgono 3), mentre la stella ha il valore dell’attributo che si usa per quell’azione (sempre a titolo di esempio, se sto combattendo ed ho Forza=3, la stella vale 3).
In combattimento, i personaggi hanno anche a disposizione dei dadi “aggiuntivi” in difesa, che vengono spesi se usati, ma che si “ricaricano” all’inizio del proprio turno successivo.
Oltre alle creature nemiche, è possibile attaccare anche molti degli elementi di arredo (porte o barili, questi ultimi una volta distrutti forniscono anche oggetti, come nei videogiochi, appunto).

Quando i giocatori hanno finito le loro azioni, tocca ai mostri, che vengono normalmente gestiti dal gioco stesso; la partita va avanti finché non si conclude la missione scelta, o finché i personaggi non sono passati a miglior vita. Oltre al gioco strettamente cooperativo, Super Fantasy presenta altre modalità di gioco, come il classico “rubabandiera”, e la variante tutti contro tutti.

Le regole di Super Fantasy sono semplici ed immediate, e nella nostra prima prova qui a Lucca abbiamo rilevato che il gioco gode di una certa celerità, soprattutto se viene affrontato con lo spirito giusto. Ci piace ricordare che Super Fantasy, come gli hack’n’slash a cui si ispira, è costruito per essere giocato in maniera rapida e piuttosto scanzonata. Non si tratta, infatti, del classico dungeon crawler, ma di qualcosa di innovativo che con il DC condivide sicuramewnte l’ambientazione e le linee generali di gioco. E’ vero che si tratta infatti di esplorare un sotterraneo ed eliminarne gioiosamente gli abitanti; ma è anche vero che tutto ciò viene fatto a colpi di poteri incredibili e volutamente esagerati, ed il tutto è associato ad una veste grafica piacevole e divertente. Insomma, ad una prima prova su strada Super Fantasy si è rivelato un gioco leggero e godibile da quasi tutti i giocatori, ed attenderemo una recensione completa per valutarne tutte le potenzialità.

Related Articles

I NOSTRI SOCIAL

9,197FansMi piace
1,918FollowerSegui
315FollowerSegui
947IscrittiIscriviti

Ultimi articoli