martedì 28 Maggio 2024

West End Games… non vende?

Ricordiamoci brevemente delle shockanti affermazioni fatte dal ceo di WEG, Eric Gibson, solo pochi mesi addietro.

A metà dicembre 2008 arriva però una smentita completa e senza giri di parole, per via di un video in cui Gibson stesso parla al pubblico.

Il video integrale è visibile sul sito WEG oppure su YouTube.
In sostanza vengono affrontati alcuni punti molto chiari:

WEG non vende, né ora né nel futuro prossimo: la vendita, semplicemente, non è nei piani di Gibson.

– I rimborsi dovuti a chi aveva pre-ordinato il manuale Septimus (dall’autore Bill Coffins) sono stati tutti evasi.

– Avviare il progetto Open D6.

E su quest’ultima voce, Gibson fornisce dettagli interessanti.
Il regolamento nato in seno a WEG, il D6 System appunto, verrà reso gratuito e disponibile sotto licenza ad utenti e compagnie.

Sarà riscritto in modo da essere più universale e molto modulare.
L’idea è di permettere a chi scarica il manuale di “riprogettarlo” assemblando solo le parti che gli servono, senza dover utilizzare per forza un unico manuale monolitico pieno di materiale extra che non gli interessa.

Tutto questo sarà possibile farlo sul nuovo sito che sarà messo in piedi per il D6 System.
Tale sito vorrà proporsi non come appendice del sito WEG, ma come community indipendente, un punto di raccolta per tutte le cose D6.

Infine, il D6 System non sarà più della WEG.
Nascerà una compagnia autonoma per gestire il regolamento ed i prodotti che lo impiegano; in tale ottica la WEG diverrà semplicemente la prima azienda licenziataria del marchio D6 System.

Ma non solo!
Le azioni di questa nuova compagnia saranno pubblicamente acquistabili da chiunque sia interessanto… compresi singoli privati (si suppone appassionati, fan e supporter del D6 System, oltre che editori interessati ed altre simili entità).
I titoli daranno, nelle parole di Gibson, piena autorità di azionista nei confronti della compagnia: come la facoltà di votare per eleggere il consiglio d’amministrazione, o per influenzare le scelte creative e gestionali.

Il comunicato si conclude ribadendo che la WEG ha risolto i propri problemi finanziari e quindi tornerà a produrre nuovi giochi stando però attenta, questa volta, ad annunciare i propri prodotti solo quando saranno praticamente pronti per la stampa, onde evitare gli spiacevoli incidenti del passato.

Related Articles

I NOSTRI SOCIAL

9,232FansMi piace
1,979FollowerSegui
315FollowerSegui
947IscrittiIscriviti

Ultimi articoli