mercoledì 19 Giugno 2024

L’attesa sta per finire, arriva TI3: Shards of Throne

2006-2011. Sono passati 5 lunghi anni dall’ultima espansione legata a Twilight Imperium III.

Per molti appassionati si tratta di un gioco di riferimento, equilibrato e completo, soprattutto dopo la pubblicazione della prima espansione.

Non è stata sicuramente un’impresa facile migliorare la terza edizione (sono passati 15 anni dalla prima) già estesa  da un’espansione che ha introdotto le regole opzionali sviluppate in anni di gioco dagli appassionati.
La Fantasy Flight, per quanto il titolo fosse di grande successo, probabilmente temeva di prestare il fianco alle critiche degli appassionati e diminuire la qualità di uno dei suoi migliori titoli sotto questo aspetto.

Il risultato? parliamone…

 

Quanti non conoscono questo caposaldo del genere 4X possono fare riferimento, oltre che alle nostre pagine, alle numerose recensioni presenti in rete, anche perché riassumere in poche parole le sfaccettature di questo bel gioco di tattica e strategia ambientato nel futuro non e’ proprio possibile.

Si tratta di una articolata corsa alla conquista dello spazio, ricca in molti aspetti: combattimento, scoperta di nuovi pianeti, conquista e colonizzazione, ricerca tecnologica, commercio, politica e diplomazia e tanto altro. Il gioco base permette di partecipare da 3 a 6 giocatori, la prima espansione consente di arrivare ad 8 giocatori. Altro marchio distintivo è stato un aspetto che spesso viene sottovalutato negli altri titoli dello stesso genere: la ricchezza e la profondità dell'ambientazione, con razze dettagliate, una storia avvincente e caratteristiche differenti; che suggeriscono anche un approccio al corretto uso della razza che condurrete in gioco. Mantenere attenzione all’obiettivo è fondamentale, mentre per i giocatori alle prime partite è facile perdersi nel desiderio di costruire tutto il possibile ed evolvere la propria razza al massimo delle possibilità.

Ma veniamo a questa espansione, Shards of the Throne, che nelle anticipazioni si concentra sulla diplomazia e sulla politica, spingendo il livello dell’intrigo e dell’inganno tra quanti presiedono il consiglio galattico di Mecathol Rex.
Con pretesti più o meno condivisibili, ma sempre coerenti con la storyline fino ad ora descritta nelle precedenti uscite, vengono annunciate 3 nuove razze (in qualche blog si parla anche di una non ufficiale quarta), estreme nelle caratteristiche. Gli Arboreani, una razza semivegetale in grado di usare cadaveri come simbionti per comunicare, I Nektro Virus, invasati di biotecnologia con l’obiettivo di sterminare le razze organiche, e i Fantasmi di Creuss, esseri di pura luce ed energia all’interno di costrutti metallici. Le ispirazioni dopo queste poche frasi per i giocatori si moltiplicano.

In termini di meccaniche, le novità piu’ interessanti dell’espansione (e più discusse), riguardano infatti la Diplomazia, inserita in altri aspetti del gioco oltre che nella carta strategica specifica. La nuova carta strategica alternativa alla Political (che prende l’originale nome di Political 2), introduce nuove carte che fanno pensare ad una situazione molto tesa nelle decisioni che riguardano il consiglio. Assemblea e Votazioni saranno legate alla scelta dei rappresentati esposti a corruzione, carte per patti e promesse, rischio di assassinio, con tanto di killer e guardie del corpo, e probabilmente nuove carte politica, in grado di stravolgere profondamente gli equilibri. C’e’ da aspettarsi che l’intera fase di Diplomazia sia legata a queste varianti. Il meccanismo di sostituzione delle carte strategiche e’ analogo a quello già visto nella prima espansione.
In quest’ottica si colloca al meglio anche lo scenario ‘storico’, ovvero la possibilità di ricreare la storia del gioco, riprendendo dagli imperatori Lazax e assumendo i ruoli di lealisti o oppositori, fino alla distruzione o salvezza dell’impero (che come da titolo, nel gioco tradizionale è ormai al tramonto).

Per tutti e 8 i colori ci saranno a disposizione nuovi pezzi, necessari all’introduzione di nuove regole per le campagne sul terreno, dove oltre alle forze di terra si aggiungono le truppe meccanizzate e quindi un nuovo livello di guerra nella conquista dei pianeti. Se nello spazio stellare il confronto tra le flotte era piuttosto articolato e avvincente, sul terreno spesso ci si riduceva ad un confronto semplificato, che soprattutto alle prime partite appariva troppo condizionato dai dadi. Innovazione anche negli scontri stellari con l’introduzione delle Flagship, nuove astronavi caratterizzate da regole e statistiche personalizzate su ogni singola razza. Altra innovazione interessante è rappresentata dai Mercenari, forze che si possono assoldare al momento, in grado di intervenire sia nello spazio che sul pianeta e che daranno rinnovato interesse alle razze più commerciali, con nuova flessibilità.

Insomma, le premesse ci sono tutte per un grande titolo ed un acquisto obbligato per tutti gli appassionati. La scatola è attesa per il prossimo giugno, e in Italia sarà distribuito da Giochi Uniti al prezzo di 59.00 euro. Pensare a una localizzazione è improbabile, considerando che questo fortunato gioco non ha mai visto luce in italiano. Gli appassionati che vogliono colmare l’attesa possono già inziare a studiare le regole disponibili in questo pdf messo a disposizione da FFG.

 

Related Articles

I NOSTRI SOCIAL

9,232FansMi piace
1,986FollowerSegui
315FollowerSegui
947IscrittiIscriviti

Ultimi articoli