lunedì 22 Luglio 2024

Gen Con: da 45 anni la capitale del gioco d’America

Le strade di Indianapolis hanno già iniziato a riempirsi di draghi e stendardi, i fast food stanno cambiando i nomi dei loro panini in dado-burger e hot-dog incantato, perfino gli artisti di strada stanno aggiornando il repertorio. Stanno arrivando, saranno più di 35000, stanno per invadere la città che annualmente li ospita da oltre 9 anni, sono i giocatori d’America si stanno recando in massa alla quaranticinquesima edizione di Gen Con

Ormai è superfluo raccontarvi ancora una volta la storia di questo importante evento (wikipedia sarà sicuramente disponibile per chiunque voglia colmare la lacuna), vi basti sapere che Gen Con Indy è di fatto la più importante manifestazione ludica del panorama statunitense, sia per i giocatori che per gli operatori. Da parecchi anni poniamo un punto di attenzione su questo appuntamento anche sulle nostre pagine proprio per la sua rilevanza nel settore, anche se i numeri di Gen Con sono di parecchio inferiori alle fiere europpe, questi “best four days in gaming” rappresentano per gli operatori il momento cruciale per allestire i tavoli con le novità imminenti e per lanciare i grandi annunci di quello che ci aspetta nell’immediato futuro, in maniera similare a quanto accade qui in Europa ad Essen (o più direttamente qui in Italia a Lucca Games). Addirittura ci sono editori italiani che scelgono Gen Con per lanciare i loro prodotti sul mercato internazionale.

Cominciamo dal boardgame, ovvero quel genere che si è conquistato il 90% dello spazio espositivo del salone, ma che continua ad essere in minoranza per quanto riguarda la torneistica e le dimostrazioni rispetto ai rivali collezionabili o RPG. Fantasy Flight Games ormai si è conquistata il centro della scena, l’anno scorso ebbe la brillante idea di riempire gli scaffali con le novità annunciate e i tavoli con quelle del tutto inaspettate ma già pronte (in forma prototipale) per essere testate in anteprima. Chissà che non si ripeti anche quest’anno, di sicuro non mancheranno i titoli promessi ovvero Netrunner, la nuova edizione di Descent, Ugg-Tect e X-Wing. E se qualcos’altro di inatteso sarà mostrato al pubblico lo scopriremo probabilmente seguendo il minisito dedicato che FFG ha realizzato apposta per Gen Con. 
L’altro grande attore del salone è sicuramente Mayfair, che di solito colonizza il salone (e l’area dedicata alle famiglie) con le versioni giganti dei suoi giochi. Quest’anno Mayfair conta di trovare nuovi adepti per l’onnipresente Coloni di Catan con la versione ritematizzata Star Trek, inoltre saranno presentati Aeroplanes: Aviation Ascendant (di Martin Wallace) e il ferroviario Empire Express (introduttivo al sistema Empire Builder). Alderac dimostrerà in anteprima i giochi della nuova linea editoriale Tempest: Dominare, Mercante e Courtier, pensati per il mercato europeo (e infatti previsti per Essen) e uniti dalla stessa ambientazione. Per il pubblico americano invece hanno pensato bene di realizzare Smash up gioco di carte estremamente trashone dove i tirannosauri armati di laser combattono contro i pirati ninja, marziani e altri clichè.
La divisione americana di Asmodee presenterà in questa occasione Noah (si, quello dell’arca) di Cathala & Maublanc ma anche i titoli dei vari marchi distribuiti come Lady Alice, l’espansione Rise of the Ancients per Eclipse, Seasons , 7 Wonders: Cities e il nostrano Libertalia.
Plaid Hat Games potrebbe illustrare le nuove fazioni in arrivo per Summoner Wars, ma quello che maggiormente attirerà l’attenzione dei giocatori sarà senz’altro l’atteso Mice & Mystics.
Nonostante sia più nota per le sue "pesanti" miniautre, Privateer Press sforna un boardgame ambientato in un setting fantascientifico non riconducibile alle sua attuali proprietà intellettuali (niente mostroni ne warjack insomma): LEVEL 7 [ESCAPE] è un semi-cooperativo in cui dovremo scappare da un laboratorio dove siamo finiti a fare le cavie per crudeli scienziati, durante la fuga oltre che con le guardie dovremo vedercela anche con gli altri "esperimenti". Per gli appassionati dei giochi “seriali”: Steve Jackson ha preparato ben tre espansioni per l’immortale Munchkin, mentre lo Zombies!!! di Twilight Creations è arrivato all’undicesima scatola più la nuova incarnazione: Zombies!!! The Card Game. Wizards of the Coast potrebbe sfoderare qualcuna delle nuove scatole di Dungeon Command e, per i più nostalgici, la “nuova” scatola di Dungeon! (si, quello del 1975…).
Z-Man ha sviluppato ormai un catalogo immenso (e decisamente variegato, con titoli importati praticamente da tutto il mondo), nel marasma di titoli le novità più attese sono senz’altro il pluri-rimandato cooperativo Atlantis Rising e lo scatolone strabordante di astronavi Battle Beyond Space.
E per tutti gli appassionati di zombie, arriverà sui tavoli di Gen Con uno dei più impressionanti fenomeni di successo su kickstarter: Zombicide, di Guillottine Games.
Dicevamo che anche l’editoria italiana a volte sceglie Gen Con per i suoi lanci, specialmente se è indirizzata maggiormente al pubblico internazionale. E’ il caso di Ares Games che, oltre a supportare il lancio dei nuovi prodotti della linea Wings of Glory,  mostrerà in anteprima al pubblico Aztlan e l’espansione per la guerra dell’anello Lords of Middle Earth.

Uno dei sottogeneri che meglio funzionano negli states (e non solo) è quello dei giochi collezionabili, in questo caso però Gen Con non è tanto la sede delle nuove uscite quanto l’occasione per i tornei più importanti, che spesso hanno come premio proprio le ambite nuove carte. I saloni messi a disposizione dal convention center sono enormi, gli editori ne approfittano per realizzare competizioni internazionali, come il Darkmoon Faire di World of Warcraft organizzato da Cryptozoic o il Game Extravaganza per Yu-Gi-Oh! di Konami. Wizards of The Coast ha scelto questa edizione di Gen Con per lanciare il nuovo formato dei suoi campionati mondiali a squadre, il World Magic Cup (che potrete seguire in diretta streaming da qui).
Gen Con è comunque una piattaforma ideale per testare il palato dei giocatori con qualche gioco di carte nuovo, sono molti quelli che sperano di fare il colpaccio (anche se ogni anno si registrano più fallimenti che successi), tra i tanti spiccano la versione cartacea di Shadow Era (inizialmente pensato per il solo mercato digitale) e il “rivoluzionario” SolForge realizzato dal team creativo di Ascension e da Richard Garfield (che invece debutterà solo in digitale).

Il gioco di ruolo a Gen Con ricopre un ruolo fondamentale; è probabilmente il genere che viene maggiormente supportato con enormi saloni dedicati, ma anche stanze private e appositi sportelli per soddisfare le proprie esigenze ruolistiche (centinaia di personaggi già creati e disponibili, avventure o intere campagne di gioco su richiesta, master on demand, etc.). Potrebbe sembrare un controsenso visto che il numero di espositori del gdr è decisamente esiguo se paragonato alla concorrenza che c’è nel boardgame, ma considerando la storia della manifestazione (la prima Gen Con era un incontro informale a casa di Gary Gygax) e il curriculum degli organizzatori (Peter Adkison ha fondato la WotC) possiamo star certi che il gdr sarà per sempre il principale trend di Gen Con. I due attuali principali editori del settore , Wizards of the Coast e Paizo, occuperanno delle vaste sale del secondo piano, dove si svolgeranno decine di tornei, seminari e presentazioni. Paizo festeggia i 10 anni di attività con prodotti commemorativi (come il Pathfinder Adventure Path: Rise of the Runelords Anniversary Edition ) e approfondimenti sulle novità in arrivo come il videogioco Pathfinder Online MMO. Tra le novità più attese il nuovo companio Ultimate Equipment, e per i più veloci i nuovi fumetti di Pathfinder e i goblin di peluche.
Per quanto riguarda Wizards invece, nonostante siano garantiti i più recenti manuali in programma per l’attuale edizione di D&D, l’attenzione è tutta rivolta a D&D Next: i numerosi incontri in programma dovrebbero sviscerare ulteriori dettagli su questa attesa quinta edizione (e magari qualche data definitiva). Lo stand di WotC quest’anno riprodurrà il bazaar di Menzoberranzan, dove è alto il rischio di incontrare la regina ragno Lolth o il poco noto drow Drizzt Do’Urden.
Ovviamente non ci saranno solo i giganti del settore, tra le novità più attese degli altri editori sicuramente la nuova edizione del gdr degli Iron Kingdoms da Privateer Press, Yggdrasill da Cubicle 7, Mummy: the Curse da White Wolf o la sesta edizione di RuneQuest.

Concludiamo con il wargame in miniatura, dove si evidenzia una presenza più significativa di quanto non possa sembrare: la Games Workshop torna a Gen Con. Il colosso di Nottingham ha decisamente cambiato filosofia: i suoi eventi di punta rimangono quelli organizzati da GW stessa (per intenderci i ben noti Games Day), ma ha dimostrato interesse a partecipare anche alle “convention degli altri”, almeno quelle più note. Da qui a sancire un atteggiamento diverso nei confronti del resto del mercato ce ne passa, ma quantomeno si crea una situazione di confronto con gli altri produttori di miniature. Non ci sono annunci specifici per questa occasione, ma è garantita la presenza di tutti gli ultimi modelli della Forge World.
Privateer Press, come abbiamo visto, sarà parecchio impegnata sugli altri fronti, ma il punto di forza dello stand rimangono le miniature di Warmachine e Hordes. Le uscite speciali per Gen Con sono rappresentate dalle alcoliche Bombardier Bombshell e Druid Gone Wilder.
Catalyst Games darà finalmente fuoco ai motori delle gigantesche corazzate volanti di Leviathans: dopo anni di attesa questo gioco di miniature (per cui la Catalyst confida in un successo pari a quello che ha avuto Battletech) appare sui tavoli da gioco, i primi scontri tra i cieli sono tra le flotte steampunk di Francia e Gran Bretagna.
Ma probabilmente il posto dove gli appassionati di miniature potranno trovare maggiore varietà e offerta sarà lo stand di Cool Mini or Not. Questo marchio è ormai un riferimento del settore, sia per gli appassionati in rete che per i produttori, da quando CMON è divenuto anche shop online e distributore per gli USA. Tra le linee per cui sono previste novità a Gen Con ci sono Dark Age, Bane Legions, Kingdom Death, Anima Tactics, Hell Dorado e altre ancora. Inoltre sarà presentato per la prima volta il nuovo gioco (e linea di miniature) Wrath of Kings. Per gli appassionati di Confrontation in febbrile attesa per il rilancio di questo sistema di gioco, non  sono stati rilasciati annunci specifici (anche se l'anno scorso non sono mancate le sorprese in vetrina) ma è probabile che si potrà dare un'occhiata ravvicinata ai nuovi Dwarf Golems.

La nostra analisi delle novità editoriali termina qui. Gen Con ovviamente non è solo questo, anzi dando un’occhiata alle mappe della fiera sul sito ufficiale scopriamo che lo spazio espositivo è quello più limitato nell’enorme convention center. Se il nostro principale interesse riguarda i nuovi prodotti (con la speranza che giungano anche presso i nostri lidi), quello dei giocatori che hanno iniziato il viaggio migratorio verso Indianapolis invece è per l’occasione unica: il visitatore munito di badge potrà letteralmente accamparsi nelle sale, potendo contare su un palinsesto di eventi continuo, 24 ore su 24. In quest’ottica non stupiscono i consigli che vengono usualmente stampati sui materiali informativi: giocatore, ricorda che devi mangiare almeno 2 volte al giorno e dormire 8 ore (e non scordare di lavarti!). No, non è uno scherzo, tra gli stand di Gen Con non mancano i rivenditori di saponette (volendo a forma di dado) e di biancheria intima…
Insomma, l’evento vero è tra i tavoli da gioco, quindi è probabile che qualche novità emerga proprio durante tornei e dimostrazioni.

E poi i seminari, le proiezioni, gli ennie awards… Gen Con inizia domani e durerà fino al 19 agosto e noi faremo il possibile per tenervi aggiornati su quanto accade oltreoceano, vi consigliamo di seguirci nei prossimi giorni, con un occhio di riguardo al canale delle notizie flash!

Related Articles

I NOSTRI SOCIAL

9,229FansMi piace
2,003FollowerSegui
315FollowerSegui
947IscrittiIscriviti

Ultimi articoli