giovedì 20 Giugno 2024

Gen Con 2011: Da Star Wars a Dune nel report di Fantasy Flight

In una sala gremita (nei limiti della capienza, circa un centinaio di persone) di giocatori e giornalisti, il boss della Fantasy Flight in persona, Christian Petersen, ha condotto il consueto appuntamento che fa il punto sul presente e sul futuro del noto editore di giochi: l’in-flight report.

Facciamo una veloce panoramica di cosa si è parlato soffermandoci con attenzione sulle novità in arrivo…

In generale questo è stato un anno parecchio positivo per la Fantasy Flight Games, la maggior parte dei nuovi progetti, le nuove partnership e le iniziative di gioco organizzato hanno dato tutte grandi soddisfazioni, ecco perché il nuovo anno prevederà nuove sperimentazioni sia sui formati di gioco che sulle attività nei negozi.
Proprio parlando dei negozi, recentemente sul sito FFG abbiamo visto degli articoli dedicati a specifici punti vendita americani. Oltre a questo servizio, il rapporto con i negozi sarà ulteriormente rafforzato con l’installazione di appositi totem interattivi all’interno dei punti vendita (per ora solo americani) che manterranno costantemente aggiornati negozianti e acquirenti sulle novità disponibili a catalogo e su iniziative come presentazioni e tornei. il software di queste piattaforme sarà sviluppato dallo stesso editore, che ha ormai avviato anche la sezione dello sviluppo di giochi e tool per i boardgame su ambiente mobile. Quindi dopo il kit per “Arkham horror toolkit” e la trasposizione di “Ehi, That’s my fish” prepariamoci per altre produzioni video-ludiche.

Si parla poi delle novità presentate in fiera e si aprono le danze con Star Wars. I due giochi presentati in questa occasione (X-wing e Star Wars card game) hanno ricevuto immediati feedback positivi. L’accordo siglato con la Lucasfilm è di lunga durata e prevederà sicuramente parecchi altri titoli nei mesi a venire, che spazieranno tra giochi di carte, di miniature, di ruolo e da tavolo. Il prossimo nella lista è, a quanto pare, un gioco di ruolo di cui nulla si può rivelare per il momento, se non che sarà annunciato nel 2012.
Alla domanda se saranno prodotte astronavi di stazza più grande per l’attuale gioco di scontri tra caccia (presto leggerete la nostra anteprima), Petersen non ha nascosto il suo entusiasmo all’idea di vedere enormi incrociatori schierati, ma è ovviamente più probabile che quel genere di astronavi vengano prodotte per altri futuri giochi in altra scala.

Si parla anche dei nuovi Blood Bowl Team Manager, Arcana Revised e Dead Wood più che altro per parlare del nuovo formato di scatole. FFG ammette che nel tentativo di rimanere nei formati standard usati negli ultimi anni è capitato a volte di sovradimensionare le scatole rispetto al contenuto. Questo nuovo formato diventa ufficialmente uno degli standard FFG e lo vedremo presto per altri titoli.

Si passa a parlare dei living card game, l’altra grande mossa che ha fatto la fortuna di Fantasy Flight Games. Una nota di interesse particolare va sul LCG del Signore degli Anelli, che tra tutti è quello che si è diffuso più velocemente in assoluto, raggiungendo i ritmi di vendita dei suoi colleghi in pochissimi mesi. Questo successo probabilmente darà vita ad altri nuovi LCG che si basano sullo stesso meccanismo di cooperazione tra i giocatori.
Il futuro degli LCG si svilupperà quindi nei nuovi titoli, nelle ovvie nuove espansioni e in alcune novità introdotte dalle già note iniziative trimestrali chiamate Game Night Kits.

Si cambia argomento e si parla del fenomeno Print On Demand. Le due sperimentazioni fatte quest’anno si sono dimostrate un successo enorme del tutto inaspettato. A fronte di questo, ci possiamo aspettare un altro prodotto POD entro la fine dell’anno e una programmazione costante di uscite per tutto il 2012. Il team di sviluppo di FFG è esaltato all’idea di poter sfruttare questo mezzo per  dare sfogo alla propria creatività senza il problema di molti degli aspetti produttivi di una normale pubblicazione in carta e plastica, sono in cantiere decine di progetti di espansione ai giochi in catalogo.

Un momento di attenzione sui partner più importanti di FFG: Games Workshop, Dust, e la più recente LucasFilm. Con tutti e tre sono stati presi accordi per produrre titoli per parecchio tempo. Sono realtà in cui Petersen crede parecchio quindi è intenzionato a presentare novità di questi marchi ogni anno.

Ed ecco il momento più atteso: le novità in arrivo.
A cominciare un titolone attesissimo che ha scatenato parecchia soddisfazione in sala: Rex. Petersen ci ha tenuto a presentarlo prima delle domande per evitare di sentirsi chiedere anche quest’anno “Ma la nuova edizione di Dune di cui avete parlato 4 anni fa ?”
Perché di questo si tratta: Rex è di fatto un gioco che riutilizza il gameplay dello storico (e ormai introvabile) boardgame Dune applicandolo all’ambientazione di Twilight Imperium. A quanto pare i tentativi di ottenere la licenza per il marchio Dune sono falliti, ma FFG è riuscita ad accaparrarsi almeno il permesso per usare le meccaniche.
Rex si svolge nei giorni finali dell’impero dei Lazax, è un gioco di diplomazia e scontri militari ambientato sulla capitale dell’ormai arcinoto (almeno per i giocatori di Twilight Imperium) Mecatol Rex. Le meccaniche di base sono quelle di Dune, adattate per essere maggiormente compatibili con le civiltà di TI e con qualche nuova aggiunta che dovrebbe rendere il gioco ancora più avvincente. Sarà un titolo per 3-6 giocatori e uscirà entro la fine dell’anno a 59.95 dollari.

Prossimo grande annuncio: Wiz War. Altro grande classico firmato Tom Jolly che torna in una nuova lussuosissima edizione. Wiz War è un gioco decisamente vecchiotto (1983) che in una delle sue molteplici edizioni (6, quella di FFG sarà la settima) è probabilmente passato sotto gli occhi di tutti i giocatori dai trent’anni in su. Un gioco veloce che vede dei maghi sfidarsi all’interno di un dungeon nel tentativo di conquistare tesori e soprattutto sottrarli ai propri avversari a suon di incantesimi. Incantesimi capaci anche di far ruotare il dungeon stesso. Il gioco è stato parecchio innovativo alla sua prima edizione, ha ispirato parecchi altri titoli (tra cui il capolavoro di Garfield, Magic) ed effettivamente in parecchi si aspettavano una nuova edizione che rendesse giustizia a questo classico con nuovi componenti in plastica e nuove illustrazioni.
Questa nuova edizione mantiene il numero di giocatori classico (2-4), avrà un regolamento aggiornato rivisto da Tom Jolly stesso e sarà pubblicato anch’esso entro quest’anno al prezzo di 59.95 dollari.

Si passa poi alla nuova edizione di Descent: Journey’s in the dark. Una seconda edizione tutto sommato a poca distanza dalla prima, giustificata dall’enorme successo di questa linea editoriale che ad ogni nuova espansione continua a incassare il tutto esaurito. Per dirla con le parole di Petersen “FFG’s second best selling game line of all time”. Una seconda edizione necessaria anche per ristabilire un bilanciamento tra le parti in gioco (i personaggi contro l’Overlord) che dopo innumerevoli feedback degli utenti andava necessariamente rivisto. Altra novità di questa seconda edizione è l’inclusione di un sistema per le campagne, aspetto che fino ad oggi abbiamo trovato “sparso” nelle altre scatole e che andava anch’esso rivisto e corretto alla luce delle esperienze dei giocatori.
La dimensione della nuova scatola sarà più ridotta dell’enorme prima edizione, e gli eroi e i mostri all’interno saranno completamente nuovi. E per tutti coloro che hanno già la prima edizione e non vogliono rinunciare ai personaggi storici e i relativi è in programma un “upgrade kit” per ricondurre tutto questo vecchio materiale al nuovo sistema di regole.
Questa seconda edizione di Descent è prevista per l’inizio del 2012 al prezzo di 79,95 dollari e sarà giocabile da 2 a 6 giocatori.

L’in-flight report si conclude con la sezione delle domande aperte, che spaziano su praticamente tutte le linee di prodotti FFG. Tra le tante non sono mancate le domande sulla questione Nexus Games International, la notizia della liquidazione è arrivata fino ai padiglioni di Indianapolis e la preoccupazione di chi non ha potuto acquistare La Guerra dell’Anello o Micro mutants è forte. Ma come prevedibile FFG non può dare risposte a queste domande, Petersen si dice fan di La Guerra dell'Anello e spera che la situazione si risolva per il meglio (nota: durante questo incontro non era ancora giunta notizia della nascita di Ares Games).

  

Considerando il successo di pubblico dell’omonimo telefilm, si sono poste un po’ di domande sulla linea di giochi da tavolo di Game Of Thrones. La novità più imminente è sicuramente la seconda edizione del gioco base (presente in fiera e disponibile da novembre, almeno da previsioni) che comprende diverse regole delle espansioni e permette sin da subito di giocare in 6.
L’uscita del nuovo libro della serie però non deve significare per forza la pubblicazione di una nuova espansione, come ha spiegato il boss di FFG: “alcuni eventi e personaggi sono piacevoli da leggere ma non cosi stravolgenti da giustificare un nuovo gioco”. Si conferma comunque una linea di straordinaria importanza, quindi qualcosa di nuovo durante il 2012 è auspicabile ma non confermato.

C’è chi spera in un gioco di scontri tattici di flotte stellari di Star Wars e chi in poster con le illustrazioni dei giochi da tavolo, ma le risposte si mantengono sul vago. L’unica conferma su cui non ci saranno dubbi è che per il momento non ci saranno altre sperimentazioni cinematografiche a seguito di Midnight Chronicles.

Al termine dell’incontro i mockup e le prime componenti delle novità annunciate sono state poste in esposizione per il pubblico, potete osservarle in queste nostre gallerie fotografiche:

Descent Second Edition
REX
Wiz War

Qualche foto dell’incontro è invece disponibile da qui.

Related Articles

I NOSTRI SOCIAL

9,233FansMi piace
1,987FollowerSegui
315FollowerSegui
947IscrittiIscriviti

Ultimi articoli