sabato 22 Giugno 2024

[Norimberga 2012] Cranio Creations: dalle montagne russe ai viaggi sulla luna

Concludiamo la carrellata sulla presenza italiana alla fiera del giocattolo di Norimberga (proseguiamo presto con i publisher d’oltralpe) con i giovani editori dal teschio pensante.

La Cranio Creations ha concluso il 2011 festeggiando il successo del fortunato Dungeon Fighter e apre il nuovo anno consolidando il rapporto con la White Goblin (per  la quale Cranio ha l’esclusiva della distribuzione in Italia) e preannunciando i nuovi titoli che si appresta a produrre…

Apriamo le danze con Pimp My Park, un gestionale che, come suggerisce il nome, ci vede alla prese con  la gestione del miglior Parco Giochi della città! Il gioco è per 2-6 giocatori e porta la firma dei tre crani fondatori: Lorenzo Silva, Lorenzo Tucci Sorrentino e Aureliano Buonfino.
Nel gioco dovremo vedercela con tutti gli aspetti manageriali di questa divertente attività imprenditoriale, dalla pubblicità più efficace alla corretta gestione dei dipendenti fino, ovviamente, alla costruzione delle più impressionanti attrazioni. C’è di fatto molta attesa di poter dare un’occhiata alla componentistica ufficiale, che dovrebbe permetterci ci vedere le attrazioni in tre dimensioni sul tavolo da gioco. Le illustrazioni sono affidate a Marie Cardouat, l’artista che con il suo tratto ha contribuito al successo mondiale di Dixit. Pimp My Park sarà distribuito al prezzo indicativo di 39.95 euro, atteso entro la fine del 2012.

Proseguiamo con 1969, titolo di cui abbiamo notato il prototipo a parecchie fiere del 2011 e di cui finalmente conosciamo qualche dettaglio in più! Il gioco riproduce la corsa allo spazio:  quale sarà la prima nazione a inviare il suo uomo sul suolo lunare?
La sfida non consiste solo nel riuscire a realizzare la missione (evitando di schiantarsi nell’allunaggio), ma anche nel contrastare i tentativi di sabotaggio degli avversari. 1969 è stato ideato da Andrea Crespi (nome che potrebbe non suonarvi nuovo se siete abituè dei giochi print&play) assieme al team creativo della Cranio.

Da 2 a 5 giocatori, 1969 è atteso anch’esso per quest’anno (si spera in tempo per la fiera di Essen) a un prezzo indicativo di €44,95. Per farvi un’idea più approfondita del gioco potreste pensare di farvi vivi alla prossima PLAY dove sarà visibile in anteprima o spulciando queste nostre foto della componentistica scattate a un buon punto dello sviluppo. Le illustrazioni sono dell’ormai nota Giulia Ghigini, artista ben collaudata dai giochi del teschio.

Cambiamo completamente genere con Mutatio. Si parla di evoluzione: a quanto pare dovremo aiutare la nostra specie a sopravvivere a fattori minacciosi come i cambiamenti climatici o le altre voraci creature pronte a farci sparire dalla faccia del pianeta. Per farlo dovremo letteralmente “evolvere la specie”  e a giudicare dalle prime illustrazioni, sempre firmate Ghigini,  possiamo intuire che avremo parecchio spazio di manovra sulle mutazioni ammesse per la sopravvivenza.   Un gioco per 2-5 giocatori firmato sempre dai tre crani che dovrebbe avere un costo che si aggira sui 40 euro ma la cui data di pubblicazione è ancora da definire.

E concludiamo le novità made in italy con un gioco molto più leggero pensato per un target decisamente più piccino (dai 6 anni in su): Flies! Un gioco di abilità per 2-4 giocatori di Carlo Emanuele Lanzavecchia (potreste aver letto i suoi interventi nelle comunità di giocatori con il nickname “magoCharlie”), in cui dovremo ammazzare le più odiate creature volanti dei nostri avversari preservando invece le nostre. Una partita non durerà più di un quarto d’ora e il prezzo dovrebbe aggirarsi sui 15 euro.

E se questi quattro annunci testimoniano la volontà di non voler placare il genio ludico (e stiamo parlando del genio di un gran bel capoccione, per quanto sia fatto d’osso), i crani non stanno fermi neanche per quanto riguarda il fronte localizzazioni.
Tra i più recenti annunci dei titoli White Goblin tradotti per noi troviamo Crooks, di Neil Crowley, in cui nei panni di un boss malavitoso di New York dovremo reclutare i migliori criminali della città per assemblare la banda per il piano criminale perfetto! Crooks è un gioco di carte per 2-4 giocatori che dovrebbe contraddistinguersi per la velocità di esecuzione della partita (non più di 10 minuti).
C’è poi Crazy Creatures of Dr. Doom, che come suggerisce il titolo (Le Folli Creature del Dottor Destino). Si tratta di un altro gioco di carte, stavolta realizzato dal famoso Michael Schacht (Mondo, Coloretto e China tanto per citare qualche successo). I giocatori ambiscono a diventare il nuovo apprendista del Dr. Destino, per farlo competono tra loro mentre aiutano il dottore nella creazione delle suddette creature assurde. La meccanica principale consiste nel liberarsi delle carte che si hanno in mano che rappresentano delle penalità da sommare a fine partita, vince ovviamente chi ha meno penalità.
In Little Devils, di Michael Feldkötter, ci si diverte da 3 a 6 giocatori a scagliarsi l’un l’altro diaboliche carte demoniache, una veloce sfida a suon di numeri in cui vince chi accumula meno penalità e quindi meno diavoletti.
E infine The Witches of Blackmore, del nostrano Leo Colovini, gioco di carte per 2-6 giocatori in cui dovremo cercare di padroneggiare il temibile potere di una ruota magica, capace di catturare anche la più esperta delle streghe. Ogni strega catturata tramite la ruota rappresenta un numero di punti magia, a fine partita quello che ne ha di più sarà il detentore della ruota fino alla fine dei tempi oltre che il vincitore.

Confidiamo di poter dare un’occhiata più da vicino ai titoli qui riportati alla prossima PLAY, nell’attesa vi consigliamo di seguire il sito della Cranio Creations che sicuramente non lesina aggiornamenti.

Related Articles

I NOSTRI SOCIAL

9,232FansMi piace
1,987FollowerSegui
315FollowerSegui
947IscrittiIscriviti

Ultimi articoli