venerdì 12 Luglio 2024

BGeek: la Puglia entra ufficialmente nel calendario degli eventi ludici italiani

Con i suoi 2.300 visitatori la prima edizione di BGeek, l’evento ludico e fumettistico barese, si è aggiudicato un posto all’interno delle agende dei giocatori italiani.
La due giorni tenutasi in questo primo incontro presso il CampusX di Bari è stata un ritrovo di “geek” provenienti da diversi settori (ludico, videoludico, fumettistico, cosplay e Soft-Air) che, per la prima volta da anni, si sono riuniti per far capire quanto questo mondo sia solido anche nelle dimenticate terre del tavoliere.
A rendere particolarmente interessante l’evento, nonostante le dimensioni ristrette (che hanno comunque permesso di gestire l’afflusso di folla senza troppi vincoli) è stato il fitto programma di workshop e seminari ad altissima partecipazione di pubblico…

Il programma di incontri realizzato dall’organizzaione si è rivelato estremamente fitto e ben strutturato, ma soprattutto parecchio frequentato.
Si è spaziato infatti dai workshop dedicati al Games Design o alla realizzazione di fumetti agli incontri sul Soft Air e sulla realizzazione di un gioco da tavolo. Non si è trattato però solo di presentazioni con il pubblico come spettatore, ma di sedute interattive e veri e propri laboratori che hanno portato i partecipanti a partecipare attivamente per sviluppare le proprie competenze sui vari argomenti trattati.

…Incontri e workshop insolitamente interessanti…
Sul mondo ludico gli incontri più interessanti, coordinati entrambi da un personaggio d’eccezione come Andrea Chiarvesio, sono stati il laboratorio: “Creiamo un gioco da tavolo” e la presentazione dell’atteso “Al-Rashid”, opera prima dell’editore neonato Yemaia.

All’interno del workshop, che ha visto anche la partecipazione attiva di Silvano Sorrentino, i partecipanti hanno avuto l’opportunità di sviluppare in maniera collaborativa un gioco da tavolo, confrontandosi con le dialettiche e le problematiche tipiche legate alla realizzazione di un nuovo boardgame. Sono stati presentati argomenti come la scalabilità ed il bilanciamento fino ai costi di produzione… Il tutto nel corso di realizzazione di un prototipo partecipativo dal nome “La prova del Mago”, (con diretto riferimento al programma: “La prova del cuoco” ed ipotesi di copertina con un mago dal cappello da chef e uno sbattitore al posto della bacchette). All’interno di questo concept degli apprendisti maghi si ritrovano a competere per recuperare gli ingredienti e realizzare una misteriosa pozione. Il regolamento, che sarà rielaborato e definito dagli autori del workshop, verrà pubblicato e reso disponibile on-line nei prossimi giorni sul sito di B-geek. Chissà che dall’esperienza fatta qualcuno dei partecipanti non decida di prender dadi e segnalini per dare il via ad una carriera creativa …

Tornando ad argomenti più “canonici” il secondo incontro, dedicato ad Al-Rashid, ha affrontato come principale argomento la difficile tematica dei diritti nel mondo dei giochi da tavolo. Un settore legislativo pieno di lacune dove, anche se è possibile registrare grafiche e componentistiche, quasi inutili sono i brevetti relativi ai regolamenti, troppo aleatori e difficilmente definibili tra ispirazione e plagio. Ma il vero momento di interesse è stata la presentazione del gioco firmato Yamaia che, anche se sarà poi portato in versione definitiva ad Essen a fine ottobre, abbiamo avuto l’opportunità di provare direttamente. Rimanete quindi sintonizzati su Gioconomicon per averne un’anteprima nei prossimi giorni.

…una chiacchierata con Andrea Chiarvesio
Vista l’occasione non potevamo ovviamente lasciarci sfuggire due chiacchiere con Chiarvesio. L’autore torinese, famoso ormai in tutto il mondo per Kingsburg, ci ha resi partecipi di alcuni dei suoi prossimi progetti. Tra questi Movie Trailer, un gioco per le famiglie dedicato al mondo del cinema in arrivo nei prossimi mesi. Realizzato in collaborazione con Pierluca Zizzi (autore di Al-Rashid), e pubblicato da Oliphante. Il gioco, dall’interessante scatola a forma di pizza cinematografica, prevede che a turno un giocatore (il direttore) scelga un film e fornisca un indizio correlato al titolo scelto, identificandolo tra le 144 tessere disponibili. I giocatori dovranno trovare tessere attinenti al film scelto individuando le correlazioni con l’indizio fornito, fino ad indovinare e vincere dei punti. Ovviamente, più tessere serviranno e più punti accumulerà anche il direttore. Tra i prossimi progetti che vedranno Andrea partecipe come editore abbiamo avuto modo di conoscere anche Fairyland, di Luca Iennaco, un gioco di carte che Lo Scarabeo presenterà ad Essen. Infine, in anteprima, abbiamo avuto qualche news su un progetto in lavorazione che dovrebbe arrivare nei prossimi mesi dal titolo provvisorio: “Riccardo alle crociate”, un gioco che vedrà i partecipanti come membri attivi della contesa tra Giovanni senza Terra ed i fedeli al Re durante le imprese di Riccardo Cuor di Leone alle crociate. Cosa troverà il Re al suo ritorno? Un gruppo di fedeli cavalieri o un covo di serpi?

…un’opportunità per provare qualche gioco in più con qualche soddisfazione personale…
Naturalmente a farla veramente da protagonista, almeno per il mondo dei giocatori, è stata la ludoteca della fiera che, oltre a organizzare numerosi tornei tra Magic, 7 Wonders ed il nazionale di Agricola, è stata per molti un’opportunità per scoprire alcuni dei titoli usciti negli ultimi mesi. Tra questi: Seasons, annunciato come un potenziale “asso piglia tutto della stagione” ed il villaggio, vincitore dell’ultima edizione del Kennerspiel Des Jahres, di cui ho apprezzato molto i sorprendenti quanto inaspettati toni dark.  Ho avuto inoltre una piccola soddisfazione personale riuscendo a far provare Axis & Allies nella nuova edizione 1941 a dei giocatori neofiti, in una partita intera, durata un’ora e 45 minuti (inclusa spiegazione). Una riprova che la nuova linea della Wizards su uno dei più acclamati strategici sulla seconda guerra mondiale ha forse qualche potenzialità in più delle passate edizioni dai tempi epici.

…il risultato finale
Ritornando all’evento Bgeek, gli organizzatori, entusiasti dei risultati al di là di ogni aspettativa, sono già in moto per una nuova edizione che, al fine di eliminare i problemi di spazio, potrebbe avere come sfondo i padiglioni dell’imponente fiera di Bari. Ovviamente le evoluzioni sono legate anche dalle disponibilità delle amministrazioni comunale, provinciale e regionale che, fino ad oggi, non hanno voluto puntare su questo evento. Questa edizione (di cui ricordiamo l’ingresso è stato gratuito) è infatti stata realizzata interamente con finanziamenti da parte dei privati.

A questo punto resta solo da attendere e sperare che gli elementi che hanno reso unico questo evento si rinnovino anche nelle prossime edizioni!

ndr: in seguito a segnalazione dell'organizzazione il dato sulle presenze di Bgeek è stato aggiornato al valore corretto

Related Articles

I NOSTRI SOCIAL

9,230FansMi piace
1,995FollowerSegui
315FollowerSegui
947IscrittiIscriviti

Ultimi articoli